Via libera al Decreto Agosto. Il Premier Conte annuncia le principali misure

ROMA – È tarda serata quando il Premier Giuseppe Conte inizia la conferenza stampa di presentazione del Decreto Agosto, l’ultimo DPCM varato dal Consiglio dei Ministri.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Molte le misure annunciate. “Abbiamo approvato misure significative: ringrazio tutti i ministri, i capi delegazione e le forze maggioranza per il proficuo confronto e lavoro svolto. Con il decreto tuteliamo l’occupazione, sosteniamo i lavoratori, alleggeriamo le scadenze fiscali, aiutiamo le regioni, gli enti locali e il Sud: continuiamo a sostenere cittadini, imprese e lavoratori anche perché gli ultimi dati Istat certificano che la ripresa dei consumi a giugno c’è stata, sostenuta anche dalle misure perseguite fin qui dal governo” ha detto il Premier.

Analizziamo le principali misure.

Il saldo previsto ad agosto e gli acconti delle tasse previsti a novembre slitteranno ad aprile 2021. Lo prevede il decreto agosto atteso sul tavolo del Consiglio dei ministri. Lo slittamento interesserà i soggetti Isa e gli autonomi in regime forfettario.

Le tasse sospese nei mesi del lockdown non andranno più saldate entro la fine dell’anno ma in due anni, con 24 rate mensili. La nuova bozza non sposta il primo appuntamento col fisco previsto per il 16 settembre. Le rate però saranno molto più leggere perché da 4 diventano 24. A essere diluiti sono i versamenti di tasse, contributi e ritenute previsti per marzo, aprile e maggio.

“Abbiamo anche anticipato la misura del cashback, già programmata con la legge di Bilancio – ha spiegato Conte -. Non l’abbiamo potuta realizzare per la pandemia, adesso la attiviamo dal 1 dicembre 2020. Abbiamo stanziato nuove risorse per potenziare questo strumento: vogliamo sostenere consumi e pagamenti elettronici premiamo i cittadini che potranno recuperare una parte di quanto spendono e potranno usufruire di un bonus fino a 2 mila euro”.

Aumentate le pensioni civili per gli invalidi al 100% a partire dai 18 anni. Si passa dai circa 285 euro attuali fino a 648 euro al mese per tredici mensilità.

Previste misure a sostegno del lavoro per ulteriori 12 miliardi di euro: decontribuzione per 4 mesi per chi richiama al lavoro dalla cassa integrazione ed altre 18 settimane di CIG.

Il Premier ha anche parlato delle nuove ripartenze. “Non vogliamo nuove restrizioni, anzi abbiamo previsto altre ripartenze ma tutto questo va fatto con intelligenza: non dobbiamo tornare indietro e vanificare gli sforzi. Capisco i giovani che hanno desiderio di movide ma bisogna muoversi in modo responsabile. In gioco c’è la salute dei vostri cari. È prevista la ripartenza delle navi da crociera dal 15 agosto, la ripresa delle attività fieristiche con allestimenti che possono partire subito e le fiere vere e proprie dal 1 settembre”.

Per il Premier non è preoccupante l’aumento dei contagi di questi giorni. “Siamo in sostanziale stabilità della curva epidemiologica con lievi segnali di ripresa dei contagi – ha detto –. Stiamo facendo bene, anche meglio di altri Paesi. Siamo stati il primo paese occidentale colpito dal virus ma siamo usciti dalla crisi più acuta prima degli altri. Il tasso dell’Italia per contagi è tra i più bassi dell’Unione europea. Riceviamo attestati da tutto il mondo ma è merito di voi cittadini perché è col vostro comportamento responsabile che otteniamo risultati”.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App