Coronavirus, un nuovo decesso in provincia. 342 i contagi

AGGIORNAMENTO ORE 20:00 – Undici i nuovi decessi in Piemonte di persone positive al test del coronavirus: 1 in provincia di Alessandria (donna), 9 in provincia di Biella (7 uomini e 2 donne), 1 donna in provincia di Torino. Il totale complessivo è ora di 144 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 56 ad Alessandria, 5 ad Asti, 20 a Biella, 7 a Cuneo, 14 a Novara, 25 a Torino, 10 a Vercelli, 6 nel Verbano-Cusio-Ossola, 1 residente fuori regione (ma deceduto in Piemonte). Il 69% sono uomini e il 31% donne. L’età media è di 80 anni. Sono 2.063 le persone finora risultate positive: 342 in provincia di Alessandria, 93 in provincia di Asti, 96 in provincia di Biella, 134 in provincia di Cuneo, 159 in provincia di Novara, 904 in provincia di Torino, 113 in provincia di Vercelli, 76 nel Verbano-Cusio-Ossola, 46 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 100 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 226. I tamponi finora eseguiti sono 6.872, di cui 4.499 risultati negativi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

AGGIORNAMENTO ORE 18:30 – Breve aggiornamento sulla situazione presso l’Ospedale di Tortona: ad oggi le persone ricoverate sono 87, di cui 39 risultano residenti a Tortona. Da registrare anche il decesso, avvenuto nella tarda serata di ieri, di una donna di 89 anni, positiva al Covid-19.

AGGIORNAMENTO ORE 17:20 – La lotta al coronavirus costringe anche il Gruppo AMAG a chiudere al pubblico gli sportelli.

AGGIORNAMENTO ORE 16:35 – Agenzia Entrate Riscossione chiude gli sportelli al pubblico in seguito all’emergenza coronavirus. Dopo il decreto del Governo, si sospendono, quindi, tutti i pagamenti in scadenza nel periodo tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. I pagamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il mese successivo, ovvero entro il 30 giugno. Fino al 31 maggio sono sospese anche le attività di notifica di nuove cartelle e degli altri atti di riscossione. Sospensione già in atto da alcuni giorni.

AGGIORNAMENTO ORE 15:50 – Sono stati intensificati i controlli in Alessandria contro i furbetti che non rispettano l’ordinanza anticoronavirus. A Casale, invece, continua la sanificazione della città.

AGGIORNAMENTO ORE 13:00 – Sono 12 i nuovi decessi in Piemonte di persone positive al test del coronavirus comunicati questa mattina dall’Unità di Crisi della Regione: 2 in provincia di Alessandria (entrambi uomini), 2 in provincia di Biella (un uomo e una donna), 2 in provincia di Cuneo (entrambi uomini), 2 in provincia di Novara (entrambi uomini), 3 in provincia di Torino (2 uomini e una donna), 1 uomo nel Verbano-Cusio-Ossola. Il totale complessivo è ora di 133 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 55 ad Alessandria, 5 ad Asti, 11 a Biella, 7 a Cuneo, 14 a Novara, 24 a Torino, 10 a Vercelli, 6 nel Verbano-Cusio-Ossola, 1 residente fuori regione (ma deceduto in Piemonte). Il 69% sono uomini e il 31% donne. L’età media è di 81 anni. Sono 1.897 le persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte: 323 in provincia di Alessandria, 90 in provincia di Asti, 96 in provincia si Biella, 119 in provincia di Cuneo, 150 in provincia di Novara, 749 in provincia di Torino, 113 in provincia di Vercelli, 76 nel Verbano-Cusio-Ossola, 46 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 135 casi sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 206. I tamponi finora eseguiti sono 6.656, di cui 4.333 risultati negativi e 288 in fase di analisi.

AGGIORNAMENTO ORE 12:15 – Un’azienda veneta ha donato al Piemonte materiale sanitario in grande quantità.

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Aumentano i decessi per il coronavirus in provincia di Alessandria. Sono saliti, infatti, a due i decessi tra le religiose delle Piccole Suore Missionarie della Carità di Tortona. Poco prima della mezzanotte di ieri, infatti, è spirata anche Madre Maria Ortensia Turati. Aveva 89 anni ed era molto conosciuta a Tortona.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Intanto da ieri è ricoverata un’altra religiosa che, ora, si trova nell’ospedale di Novi Ligure.

Print Friendly, PDF & Email