Le nebulose

Le Nebulose, le Sfumature, le “Baruffe Chiozzotte” viste e vissute nei giorni più bui e intensi momenti traumatici della Pandemia si ammorbidiscono giorno dopo giorno sempre di più colorando i cieli d’azzurro. “Il cielo è sempre più blu”.
di antonino freni
Le Nebulose di “Laplace” non ‘Kant-ano’ più nè in ‘surplace’ nè nel cielo del ‘Bi(n)g bang’, spariscono i ‘buchi neri’; così pure le Sfumature ‘ingrigite’ sono meno dense di nuvolaglia; e, le “Baruffe Chiozzotte” non sono più ‘chiassose’; le ‘zuffe’ spariscono dai luoghi ove si erano posizionate e non più pron(t)e ad espandersi nel resto d’Italia. La loro Virulenza volge al termine del Viaggio. “Il Centro di ‘Grevità’ Permanente” non la fa più da Padrone.
di antonino freni
Con passi lunghi e ben distesi – in stile simil marziale e lo abbiamo visto – : la corsa verso il ‘disastro’ tra le dovute ” ” non è stata breve ma la sua folle ‘gara’ è finita. L’obiettivo “de bello virus” sembra sia stato raggiunto ancora (de)scritto solo in piccola parte ma quanto prima verrà posta definitivamente la parola Fine”.
Gli “‘Accordi’ superano i ‘Disaccordi’” non regnano in sovrana Maestà. Siamo stati calati in zona ‘salvezza’: salvifica non più ‘colati’ nel girone della Perdizione. La confusione sta dileguandosi l’Umanità intera, chiamata a difendesi da un ‘nemico’ invisibile subdolo e pericoloso per la mancanza di un “acchiappavirus”.
Creato e messo all’opera invece per quell’apparato scenico reperito nel film < GHOSTBUSTERS >: “Gli acchiappa fantasmi”. Almeno in pellicola con la fantasia creativa del regista e degli attori la storia si è conclusa positivamente; riuscendo a dare stura alla più brillante, inventiva Partecipazione. D’altro canto tornando all’oggi, sicuramente più in là, la cinematografia – “coi suoi ‘Schierani'” – avanzerà con il successo per aver saputo cogliere e circoscrivere il virulento virile fantasma virale. Il film “Gli accalappia Virus”; il libro ” la cronaca della fine annunciata del Virus’ in studio e in elaborazione. Ne siamo certi.
La fase ‘orale’ del brutto momento contingente si affievolisce. Siamo ‘fuori dal tunnel’ caparezziano. Notizia ultimora: ‘criticità bassa!’ I contagi riprendono ad aumentare … Un brutto o un buon segnale?
Nessuno si è tirato indietro: le più incredibili narrazioni sono fuoriuscite dalla bocca degli astanti nei conve(g)nevoli dell’ attesa nei pressi dei luoghi sbarrati per forza di cose. Davanti ai Supermercati, Uffici Postali e altro…
La metodica non giocava col renderci migliori tutt’altro… Lo narrano gl’incidenti di percorso vissuti: femminicidi, divorzi, disastri, fallimenti individuali e societari: naturalmene anche da evidenziare < Note Liete > a tutto tondo da parte della Cittadinanza Attiva che però passano quasi inosservate. Per la Cronaca valgono le brutte notizie. Per loro solo Medaglie di cartapesta. Una buona ‘nuova’ arriva, si appalesa con l’abbandono del campo da parte di alcuni Virologi – “quando la musica finisce, gli amici se ne vanno e le giornate diventano inutili”: tale arrivederci o addio va da sè: prefigura la fine dell’Epidemia. Grati, contenti e ‘gradatamente’ soddisfatti.
Gli ‘Sceriffi’, i ‘Borgomastri’, i ‘Condottieri’, i “Cavalieri’ smettono di litigare col raggiungere un accordo unitario ponendo fine alla loro ‘endemica’ lotta intestina. I plumbei sentimenti seppur lentamente stanno ‘evaporando’ assieme alle ‘micidiali goccioline’. Si dice che il sole e il mare abbatteranno il nemico.
L’orizzonte si riapre al suon lucente dell’arcobaleno dopo una serie di giornate ‘uggiose’. Si elimina il chiassoso parlottare dei ‘Media’ e del “Popolino” cui inevitabilmente si fa parte e si ritorna al classico ‘chiasmo’ della normalità. Lo scoramento scolora.
In questo preciso ‘frangente’ riprende il Campionato di Calcio altro bel segnale verso la ‘normalità’. La collettiva ‘clandestinità’ svanisce seppur con fatica: il ‘corazon espinado’ si veste di Sole, Rose e Fiori.
Non viaggiamo più a scartamento ridotto anche se i prezzi di taluni servizi stiano salendo verso le stelle. Giustificato o meno lo diranno gli studi nei vari Settori.
“Distanziamento”, “Guanti e Mascherine”, ‘lavaggio delle mani’. Obiettivi raggiunti e mirabile Lavoro. Adesso all’unanimità entrano in scena i tre ‘Test’; le “3 T”: Testare, Tracciare, Trattare sperando di trarre più Benessere.
Provvidenziale oggi – con la minor turbolenza – leggere e chiarire le cause e cristalizzare le relative mirate cure. ‘Delineare’ una volta per tutte con ‘trina’ certezza: una, univoca e unitaria come il Virus sia potuto scaturire così terrificante. Un trito e triste gioco delle ‘tre carte’ come stato confusionale ‘dalla sera alla mattina’.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Le inevitabili disposizioni ” Antevirus” si paravano dinnanzi come un ‘Blob glob/trotter’ per appianare e pianificare la lotta contro l’oscuro ‘male’ che aveva messo le persone se non l’un contro l’altro, sicuramente in “Cattività”. Naturalmente colti all’improvviso da un nemico invisibile letale e fatale si sono inevitabilmente insinuate anomalie varie che in ogni ‘disastro’ fanno – inevitabilmente – ‘capolino’. Appropriazioni indebite, ‘ fuffe’, truffette e così via cagionando innocenti vittime senza colpevoli. Sacrosanto: almeno la statistica ci salverà la ‘faccia’. Non parleremo mai di ‘Tresca’ tra le fresche frasche, ma di “Canne al Vento”, “Via col Vento”.
Dobbiamo sempre ricordare che “Gli esempi sono alla base di tutto” e darne di buoni ed educativi è una universalistica usanza sempre in occorrenza: una Scuola a cielo aperto.
“Negrito Blanco”: < La Storia non si cancella, la storia dà indicazioni per il presente e per il Futuro. Gli emblemi, i Simboli vanno preservati poiché parlano alle Genti indicando le migliori strade da seguire e le altre da non più attraversare. In fin dei conti “Il rispetto della Legge” da parte di tutti nessuno escluso è la panacea che potrà salvare l’Umanità >.
In un passo Omerico una citazione calzante: < Gli Anziani si commuovono a tanto strazio e vanno con il pensiero a chi hanno lasciato a casa. E la commozione prende anche Zeus, che rivolto ad Atena si stupisce che non si interessi più di chi prima le stava tanto a cuore >.
Al netto tutto quanto sopra nel mentre un doveroso inchino è stato rivolto alla Scienza che ha dato il massimo con estrema puntualità anche se talvolta con qualche evidente controversia – o peggio ‘sbavatura ‘ – dovuta anche ai ‘modelli matematici’ smentendo di fatto e nei fatti che la materia non sia o non è non opinabile: tutt’altro.
Un’occasione perduta e con il proposito di rivedere e correggere gli eventuali errori commessi per non incappare in futuri e fuorvianti ‘fuori onda’ perché risultino più concreti nella ‘Valenza’, meno pachidermici ma risolutivi. Captate con “l’ultra sonda” smentite e contro smentite: le divergenze divenivano fuorvianti e ingeneravano somma confusione.
Cinema teatri musei ed ogni altro ‘parterre’ aperto, ma non la Scuola: un mesetto di ‘scolarità’ avrebbe sicuramente lenito i danni didattici – alla Scolastica – e non solo …
I ragazzi già deboli per la minore capacità cognitiva dovuta all’età subiscono un indimenticabile smacco. Negato di fatto l’incontro, il riappropriarsi della propria aula, lo scambio a viva voce di quanto appreso in modalità ‘remota’ e in ‘sintesi’ privati della classica foto di fine anno. Un vuoto.
Ammirazione e massima considerazione per gl’immani sforzi compiuti dai ‘Cervelli’. A grandi linee – stringendo stringendo – fin dagli inizi del ‘pandemonio’ . Adesso il degno commiato direbbe uno dei più autorevoli e significativi Maestri Indro Montanelli con la solita Eleganza. “Sentinella” indipendente, senza Padroni e lo ha dimostrato con i Fatti. Oggi messo in discussione, ma sempre e comunque qualcuno impari … Per i “Sentinelli”: che si ricredano circa la Bontà di Nonno Indro, lo dicono Insegnanti di ‘Lungo Corso’. Oggi – nell’agone – c’è di peggio poiché “Costoro” rifuggono anche dalla benché minima “Onestà Intellettuale”.
Le Conclusioni dispositive impartite erano da attuare senza forzature e limitazioni con i dettami dei ‘Dettati’. All’aperto chi più e chi meno – magari di meno – senza la soppressione dei più elementari diritti dell’Uomo. Il Consiglio e, non la ‘coartazione coatta’, l’invito ad ottemperare alle più elementari attenzioni avrebbe sicuramente avuto migliori effetti.
L’aver obbligato … Non ha migliorato l’Uomo, ma lo ha ulteriormente incarognito; La presa di coscienza più formativa e meno controproducente. Porre – sponte – in atto ‘atteggiamenti’ accorti avrebbe senz’altro prodotto una migliore e più convincente e compatibile ‘andatura (seppur) lenta’ acquisendo Lezioni per la vita. La Via della ‘Banalità del Male’ riprende a correre.
“Omero”: < Due giare sono piantate sulla soglia di Zeus, piene di doni /che egli largisce, l’una di mali, l’altra di beni >.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App