Frammenti di memoria dall’Isola Ritrovata ovvero quella volta dell’Isola Gialla

All’appello di salvaguardia della memoria stanno arrivando alcune risposte e la prima che mi fa piacere riportare è quella dell’amica Roberta Bellesini Faletti, che riporto integralmente.

“La Cultura a 360 gradi all’isola Ritrovata”, ricorda la presidente della Fondazione Biblioteca Astense Giorgio Faletti, “Non è l’avventore, o l’amico, o l’artista che entra all’Isola Ritrovata. È lei che ti entra dentro e ti avvolge nella sua atmosfera retró che senti subito familiare. La chiacchiera con il vicino di tavolo, le mostre, l’ascolto delle letture, dei brani musicali, delle rappresentazioni teatrali, il bicchiere di vino… Ringrazio l’amico Claudio Braggio per avermi invitata e avermi fatto conoscere qualche anno fa, in una sera di inizio estate, questo posto così speciale. Una serata dedicata all’illustrazione gialla interpretata in chiave umoristica da famosi illustratori, in collaborazione con AleComics, il festival alessandrino dedicato al fumetto. Non mancó un affettuoso ricordo a Giorgio Faletti. Insomma, una serata speciale, in un posto speciale, con incontri speciali, che se chiudesse non potrebbe essere replicato altrove e con la stessa magica atmosfera”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

https://www.alessandria24.com/2020/05/16/lisola-ritrovata-rischia-di-chiudere-prezioso-luogo-di-musica-e-di-scrittura-ad-alta-voce/

 ovvero ARTISTI CHE INTERPRETANO LA LETTERATURA GIALLA – in Alessandria – Isola Ritrovata – vernice sabato 5 maggio 2018

La letteratura gialla è un territorio oggi indefinito, con richiamo alle origini della direzione dei famosi Gialli Mondadori con Alberto Tedeschi dal 1933, tempo a cui si fa risalire la definizione del giallo classico improntato su un crimine e lo sviluppo della risoluzione (sempre certa) del caso.

Scomparsi i cosiddetti generi letterari puri, il delitto entra in commistione con ogni possibile variante ed in questo territorio pressoché sconfinato sono stati chiamati a scorrazzare i creativi della penna e dell’inchiostro.

I curatori di “Isola Gialla” ovvero Artisti che interpretano la letteratura gialla hanno coinvolto dodici disegnatori umoristici, lasciati liberi di confondere scrittori reali viventi o meno ed i loro personaggi, dati comunque per esistenti.

Il risultato di questa ricerca è appunto una mostra di disegni umoristici inediti, che il fotografo Stefano Giraldi e lo sceneggiatore Claudio Braggio hanno portato da sabato 5 maggio 2018 all’Isola Ritrovata in via Santa Maria di Castello 8, Alessandria, e poi in settembre ad ALECOMICS nella Cittadella di Alessandria e quindi in varie altre località italiane.

Ha presentato l’evento lo scrittore Danilo Arona, attorniato da opere di Massimo Cavezzali, quello di Ava, e Gianni Audisio, che collabora a Lupo Alberto; Dino Aloi de Il Pennino, Marco De Angelis pubblicato negli Stati Uniti, Alessandro Prevosto della rivista on-line Budùar, Milko Dalla Battista che si cimenta nella rivisitazione del Medioevo, Giuliano Rossetti indimenticabile penna de Il Male, Lido Contemori, presente in Linus ed in Satyricon, Massimo Presciutti, dalla mitica ABC degli anni Settanta, Lorenzo Vannini, soprattutto grafico umoristico, Massimo Cantini, pittore, e Mauro Pispoli, creativo ed art director nonché autore dell’accattivante manifesto dell’iniziativa (in allegato).

L’evento è proseguito con interpretazioni musicali ispirati alla letteratura gialla, con la partecipazione della band Fooga & Nico, con Andrea Garavelli, Nicola Farinello, Carlo Guardamagna, nell’occasione rinforzati da Gianni Nesto, Stefano Marelli e Luigi Antinucci.

THE YELLOW ISLAND or ARTISTS THAT INTERPRET THE YELLOW LITERATURE – in Alessandria – Club Isola Ritrovata – inauguration Saturday 5 May 2018. THE EXHIBITION ISOLA GIALLA WILL BE HOSTED BY ALESSANDRIA COMICS ON SATURDAY 15 AND SUNDAY 16 SEPTEMBER 2018 IN THE CITADEL OF ALESSANDRIA.

The yellow literature (noir, hard boiled, etc., also) is a territory today indefinite, with reference to the origins of the direction of the famous Yellow Mondadori with Alberto Tedeschi since 1933, a time to which the definition of the classic yellow based on a crime and the development of the resolution (always certain) of the case.

The so-called pure literary genres have disappeared, the crime enters into admixture with every possible variant and in this almost boundless territory the creatives of the pen and the ink have been called to run around. The editors of “Yellow Island” or Artists who interpret yellow literature have involved twelve humorous designers, left free to confuse real or not living writers and their characters, however given for existing. The result of this research is precisely an exhibition of unpublished humorous drawings, which the photographer Stefano Giraldi and the screenwriter Claudio Braggio will bring in Italy. The event will be presented by the writer Danilo Arona, surrounded by works by Massimo Cavezzali, that of Ava, and Gianni Audisio, who collaborates with Lupo Alberto; Dino Aloi de Il Pennino, Marco De Angelis published in the United States, Alessandro Prevosto of the on-line Budùar magazine, Milko Dalla Battista who tries his hand at revisiting the Middle Ages, Giuliano Rossetti unforgettable pen of Il Male, Lido Contemori, present in Linus and Satyricon, Massimo Presciutti, from the legendary ABC of the Seventies, Lorenzo Vannini, above all a humorous graphic artist, Massimo Cantini, painter, and Mauro Pispoli, creative and art director and author of the attractive manifesto of the initiative.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App