Stop anche agli automezzi diesel euro 5 in Piemonte: Abonante “Si tratta di un provvedimento regionale che penalizza gran parte della popolazione”

Traspare tutta la perplessità del Sindaco di Alessandria Giorgio Abonante in merito a quanto si profila sul tema delle imminenti limitazioni alla circolazione anche per gli automezzi diesel euro 5 nell’ambito del territorio regionale piemontese dal prossimo 15 Settembre.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Con una nota diramata da Palazzo Rosso, il Sindaco di Alessandria commenta il provvedimento che, ricorda Abonante, è su base regionale e non comunale.

«Si tratta di un provvedimento regionale che penalizza gran parte della popolazione: la lotta allo smog si fa con più trasporto pubblico e con incentivi.

Chiariamo: le limitazioni alla circolazione delle automobili di cui si parla in queste ore non sono una scelta del Comune, del Sindaco o dell’Assessore alla mobilità di Alessandria; si tratta di imposizioni della Regione Piemonte.

In particolare, scopriamo che la Regione ha aggiornato l’elenco delle vetture che non potranno circolare dal 15 settembre prossimo. Ai veicoli diesel euro 1, 2, 3, 4, a quelli a benzina euro 1 e 2 e quelli a gpl/metano euro 1 sono stati aggiunti anche i veicoli euro 5 diesel.

La qualità dell’aria è un valore da tutelare e lo smog è un problema per la nostra salute e per l’ambiente, ma dobbiamo dirci con chiarezza che la rincorsa a mettere al bando anche le auto più recentemente immatricolate è sbagliata e penalizza solo quella fascia di popolazione che non può permettersi di cambiare l’auto ogni 5 e 6 anni. In pratica, gran parte della popolazione italiana.

La Regione da un lato, dichiara fuorilegge la metà delle auto in circolazione senza prevedere incentivi alla sostituzione e, dall’altro, continua a tagliare il servizio di trasporto pubblico urbano non adeguando all’inflazione i suoi trasferimenti ai Comuni né considerando le mutate esigenze della popolazione. Così non può funzionare».

Print Friendly, PDF & Email