Gavi, sequestrati più di 30 mila euro a Nicoletta Albano

GAVI – Nella settimana in corso, personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Novi Ligure ha proceduto all’esecuzione del sequestro preventivo ai sensi dell’art. 321, c. 2, C.P.P. nei confronti dell’ex Vicesindaco del Comune di Gavi, Nicoletta Albano, pari alla somma di € 33.449,61, depositata sul c/c bancario alla stessa intestato.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Il provvedimento, emesso dal Tribunale di Alessandria su richiesta della Procura della Repubblica, si è reso necessario a seguito dell’indagine svolta dai Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure nei confronti dell’ex amministratore gaviese, indagata per il reato di peculato, ritenuta responsabile di numerose irregolarità nella gestione delle spese dell’Ente locale, nel periodo tra il 2016 e il 2019, tali da far ritenere che la stessa abbia ottenuto nel corso degli anni la somma oggetto di sequestro per dei rimborsi che non le erano dovuti, giustificati per fini istituzionali ma ritenuti invece a esclusivo utilizzo personale: viaggi in Italia e all’estero, pranzi e cene in ristoranti, svariati acquisti di oggetti di uso domestico (condizionatori, zanzariere, aspirapolvere, drone, scopa elettrica, articoli per animali, etc…).

I rimborsi venivano ottenuti illegalmente con delle complicità ancora in fase di accertamento e senza aver previamente conseguito – ex art. 84 TUEL – l’autorizzazione del Sindaco all’epoca dei fatti in carica o comunque senza aver documentato puntualmente la richiesta di rimborso e/o comunque in violazione del Regolamento di Contabilità del Comune di Gavi.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App