T-Red, Maccanti e Morando (Lega): “Si intervenga in fretta per risolvere questa ingiusta vessazione agli autisti delle ambulanze”

TORINO – Gli autisti delle ambulanze, anche quando sono in emergenza in sirena, sarebbero sanzionati dai T-Red. È questa la richiesta di aiuto che il Capogruppo della Lega in Circoscrizione IV a Torino Carlo Emanuele Morando ha ricevuto.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Due settimane fa – spiega Carlo Emanuele Morando – ho ricevuto una richiesta di aiuto dalla Croce Reale di Venaria, associazione di volontariato che si occupa di soccorso con ambulanze. Quando gli autisti in emergenza in sirena transitavano a Torino con il semaforo rosso dove ci sono i “T-Red”, gli veniva inviata la sanzione amministrativa con la decurtazione dei punti della patente. Gli autisti, però, sono volontari ed avendo solo la patente civile non potrebbero, in caso di esaurimento punti, guidare più neppure i loro mezzi personali. Ho chiesto, quindi, all’On. Maccanti, che è Capogruppo della Lega in Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati, di fare un’interrogazione parlamentare. È un problema da risolvere in fretta perché i ricorsi durano anche oltre un anno e, quindi, non è un grosso incentivo al volontariato”.

Gli impianti semaforici T-Red, però, possono funzionare in modalità automatica (cioè senza la presenza della pattuglia della Polizia Locale) solamente se in possesso di regolare omologazione rilasciata dal MiSE. I T-Red installati a Torino, però, mancano di tale omologazione nonostante il Codice della Strada ne autorizzi il funzionamento in modalità automatica solamente per quelli omologati.

Ma è possibile che l’amministrazione grillina di Torino – scrive l’On. Elena Maccanti sulla sua pagina Facebook – da mesi continui a recapitare alle organizzazioni di volontariato piogge di multe per il passaggio delle ambulanze sotto i famigerati (e per me illegittimi, senza countdown) T-Red perché il sistema “non è in grado di accertare la presenza delle luci”?!? (Tranquilli, l’assessore all’Innovazione è stata promossa ministro). E come può capitare, dopo i ricorsi e i relativi annullamenti, che il MiT proceda ugualmente con la decurtazione dei punti a carico degli autisti volontari, che con generosità dedicano il loro tempo all’attività di soccorso sottraendolo a riposo, famiglia, passioni e ora si vedono addirittura danneggiati? Lo chiederemo al Ministero dei Trasporti con un’interrogazione parlamentare. Grazie a Carlo Emanuele Morando, che da tempo segue questa incredibile vicenda”.

L’On. Maccanti, già venerdì scorso, ha depositato l’interrogazione parlamentare, relativa alle lamentele ricevute da Carlo Emanuele Morando, chiedendo al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti “se e quali azioni di sua competenza intenda adottare per risolvere questo cortocircuito normativo e amministrativo che porta ad un’indebita e ingiusta vessazione a carico degli autisti volontari delle ambulanze”.

Un’interrogazione al sindaco Appendino è stata depositata dal consigliere Morando.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App