Negli spazi d’arte di AL51LAB si costruisce un calendario di pura emozione

Le iniziative di AL51LAB hanno come punto di riferimento l’arte in tutte le sue forme, ove si organizzano incontri dedicati a pittura, poesia, letteratura, performance artistiche, cinema, teatro e naturalmente ogni incontro è immerso senza soluzione di continuità in esposizioni di dipinti, sculture, fotografie, di artisti con talento e comprovata esperienza.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Nell’ormai prossimo venerdì 7 febbraio alle ore 21,oo evento Arte di Vino con degustazioni e performance artistica “live dripping painter” (gradita la prenotazione per ragioni organizzative).

Subito a seguire, sabato 8 febbraio doppio vernissage alle ore 18,oo con la pittrice alessandrina Greta Penacca che vive e produce opere in quel di San Sebastiano Curone,  e di lei si rammenta il successo ottenuto con la mostra personale “La strada del Sale” (2015-2016) esportata in Francia, e dello scultore pavese Luca Lova, il quale si dedica a rappresentare animali che si insinuano fra il reale ed il fantastico, quasi fossero creature di questo nostro mondo e nel contempo di un altro che è possibile soltanto immaginare, strano ai nostri occhi eppure nient’affatto alieno.

Il programma degli eventi dei prossimi mesi è ancora in fase di costruzione, ma già si può delineare lo spirito intriso di curiosità ed emozioni che lo caratterizzerà, essendo diventato AL51LAB prezioso punto di riferimento per l’arte in tutte le sue forme, luogo ideale per artisti di qualità che si esprimono con temi e tecniche diverse.

Sabato 14 marzo, sempre alle ore 18,oo l’attenzione sarà rivolta alla letteratura ovvero alla presentazione del secondo libro pubblicato di recente dall’alessandrina Mimma Caldirola, “Aspettando Shane”, romanzo giallo che è il seguito de “L’estate di Shane” pubblicato nel 2018.

Una vicenda ambientata in un paese grazioso, Montallegro in provincia di Cremona, e in apparenza molto tranquillo, ma che sotto la superficie brillante nasconde rivalità sotterranee, malvagità antiche, misteriose ingiustizie, vite innocenti sacrificate, ed alcuni misteri: la sparizione di un cavallo di grande valore, poi quella di una bambina del paese.

Quella di domenica 8 marzo alle ore 18,oo con il concerto di Pasino e il contemporaneo vernissage di Fabrizio Cordara, è la prima data in cui si inserirà AL51LAB nel cartellone “Le cattive abitudini” curato da Pupille Gustative, che ha in animo di organizzare eventi in piazza Don Soria (teatro con Carla Carucci in “Ancora una e poi spengo” il 9 febbraio), in piazza Santa Maria di Castello (Federico Dragogna con “Quello che ho capito di De Andrè” e la contestuale esposizione artistica di Alessia e Alice Santangeletta il 22 marzo), in deviazione Statale 10 a Spinetta Marengo (Enzo Moretto plays A Toys Orchestra il 18 aprile).

Sabato 28 marzo lo spazio vedrà la giornata intera dedicata per la prima volta alla poesia di qualità, essendo stato messo a disposizione della Biennale di Poesia di Alessandria, per un evento in cui si susseguiranno interventi critici e letture ad alta voce a cura degli stessi poeti invitati.

Chiude questa prima stesura di appunti sulle attività già confermate negli spazi di AL51LAB, la performance Ave Quasar con Melt Dream installazione video-art, alle ore 18,oo di Sabato 4 aprile, evento compreso nel citato cartellone “Le cattive abitudini”.

“ARS” opera in acrilico, plastica, legno, vetro, 2019 (Claudio Braggio)