Ubriaco, prima molesta il personale del Pronto Soccorso di Tortona, poi spacca una tibia ad un Carabiniere: arrestato

Tortona – I Carabinieri di Viguzzolo e Castelnuovo Scrivia hanno arrestato un ventisettenne senza fissa dimora e con precedenti di polizia, presunto responsabile di violenza sessuale, resistenza, minacce e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Ieri pomeriggio, in seguito ad una richiesta pervenuta al 112, la pattuglia dei Carabinieri di Viguzzolo è intervenuta al Pronto Soccorso di Tortona per un uomo che disturbava, anche con atteggiamenti molesti, il personale sanitario.
Una volta sul posto, la pattuglia ha notato il giovane uscire dalla struttura e lo ha raggiunto. Il ventisettenne, in evidente stato di agitazione dovuta all’assunzione di alcool, alla richiesta dei documenti di riconoscimento, ha iniziato a ingiuriare e minacciare i Carabinieri.
Essendo sprovvisto di documenti, l’uomo è stato quindi accompagnato in caserma per essere sottoposto a foto-segnalamento ma, nel corso delle operazioni, ha continuato a inveire contro i militari, tentando di colpirli con calci e pugni, oltre a cercare di molestare il personale femminile.
Alla fine è stato necessario l’intervento di altro personale, fra cui un Carabiniere libero dal servizio, che, accorso in supporto dei colleghi, è rimasto gravemente ferito da un violento calcio sferratogli dal ventisettenne che gli ha causato la rottura della tibia.
Trasportato d’urgenza in ospedale, dove è tuttora ricoverato, il Carabiniere è stato sottoposto a un primo intervento chirurgico per ricomporre la frattura, a cui ne seguirà un secondo entro la settimana.
Nel frattempo, l’uomo è stato arrestato e, dopo una notte in carcere, è stato portato davanti al Tribunale di Alessandria per l’udienza di convalida: è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora a Tortona, con permanenza notturna a casa.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email