Alessandria, a Palazzo Rosso la premiazione degli elaborati progettuali dell’iniziativa nazionale “Ri-Generazione Città Giovane” del Soroptimist International

Alessandria – Sensibilizzare i giovani, attraverso la scuola, ad abbracciare una filosofia di vita che li educhi ad immaginare la città del futuro all’insegna della sostenibilità e del green.
Questa la finalità che ha ispirato il Soroptimist International – organizzazione mondiale di donne impegnate in attività professionali – a promuovere una serie di progetti rivolti alla salvaguardia del pianeta e della prosperità, condividendo gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile.
In particolare, nel porre l’attenzione sull’obiettivo 11 “Città e comunità sostenibili”, il Soroptimist International ha coinvolto i giovani a disegnare e descrivere un cambiamento nella propria città, da sottoporre alle Amministrazioni Comunali.
Le idee progettuali degli studenti rappresentano l’obiettivo dell’iniziativa “Ri-Generazione Città Giovane” promossa dal Soroptimist International e siglata con il Ministero dell’Istruzione: una iniziativa che ha trovato un momento celebrativo significativo nella cerimonia di premiazione delle idee progettuali che ha visto quale Soggetto proponente il Club di Alessandria del Soroptimist International e si è svolta nel pomeriggio odierno nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Alessandria.
Il progetto aveva la finalità di sondare le modalità con cui i giovani si relazionano con il contesto di provenienza, mettendo in luce quali siano le criticità che essi riscontrano e, soprattutto, mirando a raccogliere le loro idee, le proposte di miglioramento, i progetti su vari temi-chiave: dall’assetto urbano alla valorizzazione del patrimonio culturale, all’efficienza dei servizi, alla riduzione dell’impatto ambientale.
In generale, le attività progettuali hanno mirato a stimolare la sensibilità degli studenti e studentesse nei confronti della cosa pubblica, a sviluppare la cultura della legalità e della partecipazione attiva alla vita delle istituzioni e a favorire un loro rapporto partecipativo e paritario alla vita collettiva.
L’idea è nata recependo le linee guida della Presidenza Nazionale del Soroptimist per tutelare l’ambiente ed accelerare il cambiamento; il progetto è stato indirizzato ai giovani studenti delle Scuole sia Secondarie di I grado che Secondarie di II grado e, per Alessandria, sono state coinvolti i seguenti Istituti Scolastici: Angelo Custode, ITIS Volta, Liceo Scientifico Galileo Galilei e Istituto di Istruzione Superiore Emberto Eco.
All’iniziativa di lunedì 5 giugno ad Alessandria erano presenti – in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale – l’Assessora alle Politiche Giovanili, Vittoria Oneto, e l’Assessora alla Pubblica Istruzione, Marina Cornara.
Dopo gli interventi istituzionali, di fronte alla Sala del Consiglio gremita di Studenti alessandrini, hanno fatto seguito i saluti dell’architetto Fausta Zanutto, Presidente del Soroptimist Club di Alessandria e della rappresentante del Comitato di valutazione, l’avvocata Alexandra Saddi, che ha presentato un estratto dei progetti ricevuti.
Tecnologica, sostenibile e inclusiva: questa è l’Alessandria vista e desiderata dagli studenti delle Scuole alessandrine aderenti al progetto.
Suddivisi in gruppi coordinati dai docenti di riferimento, gli studenti hanno espresso i propri desideri e la propria idea progettuale per un’Alessandria sempre più a misura di nuove generazioni nella forma di elaborati grafici, presentazioni in PowerPoint o video: un vero e proprio processo di compartecipazione dei giovanissimi cittadini alle politiche urbane sociali e culturali della loro polis.
Coinvolgere i giovani nel rinnovamento dello spazio della convivenza civile che gli antichi latini definivano civitas è un atto ormai necessario e dovuto, soprattutto in un contesto sociale soggetto a profondi e repentini cambiamenti come quelli attuali. Farlo attivando la loro creatività e capacità di osservazione da un punto di vista completamente differente da quello di un adulto significa completare la visione di una città.
Il valore aggiunto è che la stessa proposta giunta dai giovani è un contributo concreto che prima o poi si potrebbe valutare e creare come una possibile opera a favore della città.
Al termine della presentazione degli elaborati progettuali si è svolta la premiazione dei progetti vincitori tra quelli selezionati dall’apposita Commissione di socie del Soroptimist Club di Alessandria, mentre a tutti i partecipanti sono stati assegnati gli Attestati di partecipazione.
Sono risultati primati i seguenti due progetti:
L’autostrada delle api” elaborato da Matilde Dealberti della classe III A della Scuola secondaria di I grado “ Giovanni Bosco” dell’Istituto “Angelo Custode”:
Alessandria pro e contro” elaborato da Yasmine Elmoumen Idrissi e da Marta Binotti della classe IV B della Scuola Secondaria di II grado “ITIS Alessandro Volta”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email