Autonomia differenziata, lettera inviata al Governo. Bussalino: “Sfida importante per rendere l’amministrazione regionale più efficiente ed efficace”

Torino – Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore regionale all’Autonomia, Enrico Bussalino, hanno firmato oggi la lettera indirizzata al presidente del Consiglio dei Ministri, Giorgia Meloni, e al ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli, in cui si chiede la riapertura di un dialogo costruttivo e proficuo, avviato dal Piemonte già dal 2018, sul tema dell’Autonomia differenziata per la Regione Piemonte.
Un passo decisivo per il Piemonte, nell’ottica di migliorare l’efficienza amministrativa e rispondere in maniera più efficace alle esigenze dei cittadini e delle imprese.
“L’autonomia regionale rappresenta una sfida importante – sottolinea l’assessore Enrico Bussalino -. Immaginiamo l’autonomia come un mezzo per migliorare i processi amministrativi e snellire gli iter burocratici, che spesso rappresentano un ostacolo per i cittadini e le imprese. Siamo convinti che un dialogo costruttivo con il Governo possa portare a risultati concreti e benefici per tutta la comunità.”
La lettera invita anche alla costituzione di un tavolo negoziale per discutere le modalità di attuazione e le tempistiche della riforma, con particolare attenzione alle materie in cui non è prevista la determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP), in conformità con la legge recentemente approvata.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email