Teatro Sociale di Valenza: i prossimi eventi e le novità in programma

Valenza – Di seguito i prossimi appuntamenti in programma al Teatro Sociale di Valenza.
Mercoledì 27 marzo, in occasione della “Giornata Mondiale del Teatro 2024”, alle 18 Gianluca Pivetti con “A spasso nel tempo”, visita guidata lungo la storia del Sociale; alle 18:20 intervento teatrale a cura di “Tea-Pot Teen”; alle 18:40 intervento teatrale “Una specie di Harold Pinter”; alle 19 “L’arte è pace”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Giovedì 28 marzo Eva Robin’s con Beatrice Vecchione e Matilde Vigna in “Le Serve” di Jean Genet. Coproduzione Nidodiragno, Stabile Bolzano, Emilia Romagna Teatro ERT.
La storia scritta da Genet – ispirata da un reale fatto di cronaca realmente accaduto nel febbraio del 1933 a Le Mans in Francia.– è  quella di due cameriere che allo  stesso tempo amano e odiano la  loro padrona, Madame. Le serve hanno denunciato il suo amante  scrivendo lettere anonime. Venendo  a sapere che l’amante sarà rilasciato  per mancanza di prove, e che il loro tradimento sarà scoperto, tentano di  assassinare Madame.
Genet presenta le due sorelle, Solange e Clare, nella loro vita quotidiana, nell’alternarsi fra fantasia e realtà, fra gioco del delirio e delirio reale. A turno le due cameriere recitano la parte di Madame, esprimendo così il loro desiderio di essere “La Signora” ed ognuna di loro, a turno, recita la parte dell’altra cameriera, cambiando lentamente atteggiamento, dall’adorazione al servilismo, dagli insulti alla violenza. La rivolta delle serve contro la padrona non è un gesto sociale, un’azione rivoluzionaria: è un rituale. Questo rituale è l’incarnazione della frustrazione, l’azione di uccidere l’oggetto amato ed invidiato non potrà essere portata a compimento nella vita di tutti i giorni, viene ripetuta all’infinito come un gioco. Tuttavia questo gioco non raggiunge mai il suo apice, la messa in scena che le due sorelle compiono viene continuamente interrotta dall’arrivo della padrona.
Secondo Sartre questo fallimento è inconsciamente insito nel cerimoniale stesso che le serve mettono in scena; il tempo sprecato nei preliminari non porterà al compimento del rituale. La liturgia diventa un atto assurdo, è il desiderio di compiere un’azione che non potrà mai superare la distanza che separa il sogno dalla realtà. Una fallimentare ripetizione magica, il riflesso deformato del mondo dei padroni, che le serve adorano, imitano, disprezzano.
Veronica Cruciani (Premio della Critica e Hystrio), ambienta la vicenda in una città contemporanea, valorizzando dunque i temi, attualissimi, del potere e del genere.
Il ruolo di Madame è affidato a Eva Robin’s, icona pop del transgender dall’originale percorso teatrale. A interpretare le bonnes, due giovani attrici cresciute alla Scuola dello Stabile di Torino: Beatrice Vecchione – già diretta da Malosti, Martone e Muscato e Matilde Vigna, Premio Ubu 2019 come Migliore attrice under 35, Premio Eleonora Duse stagione 2020/21 e finalista al Premio Ubu 2022 miglior novità drammaturgica italiana.
Ingressi: intero 20€,  ridotto 15€
SPECIALE PROMOZIONE PER STUDENTI E INSEGNANTI DI SCUOLE DI TEATRO: 10€.
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE
biglietteria@valenzateatro.it – telefono 0131.920154 e whatsapp 324.0838829
ORARI BIGLIETTERIA:
dal martedì al venerdì ore 16-19
sabato ore 10-12.30.

Novità di quest’anno sarà la nuova stagione teatrale “Genius Loci al Sociale”.
Sabato 6 aprile alle 21 “Il momento migliore, il momento peggiore” di Allegra de Mandato. Regia Emanuele Arrigazzi, con Daniela Tusa, Emanuele Arrigazzi, Fabio Martinello e musiche dal vivo di Stefano Deagatone. Alle 19:30 aperitivo inaugurale della stagione. Biglietti 10 euro, per tutte le info: 0131-920154.

Sabato 13 aprile alle 21 “La bottega del caffè” di Carlo Goldoni. Regia Luigi Di Carluccio, con Silvia Benzi, Massimo Brioschi, Gian Franco Cereda, Claudia Chiodi, Antonio Coccimiglio, Cecilia De Angelis, Luigi di Carluccio, Monica Lombardi e Maurizio Pellegrino. Costumi Monica Lombardi, Audio Giuseppe Ruggiero, Fotografia Patrizia Battegazzore. Biglietti 10 euro, per tutte le info: 0131-920154.

Sabato 20 aprile alle 21 “Il malato immaginario” di Moliere. Regia Maurizio Pellegrino con Barbara Amoroso, Dolores del Gaudio, Elisabetta Puppo, Gianni Trinchieri, Gianluca Pivetti, Gloria Marcarini, Marco Bottaro, Martina Monti, Matteo Bortoloni, Miriam Marcolongo, Pietro Mariani. Biglietti 10 euro, per tutte le info: 0131-920154.

Sabato 11 maggio “Aulularia” di Plauto a cura del Teatro della Juta. Regia Luca Zilovich, con Michelangela Battistello, Giacomo Bisceglie, Simone Guarino, Lorenza Rogna, Mattia Stango. Maschere Andrea Cavarra e Gaia Geri. Costumi Alice Rizzato, Audiodescrizione Luca Zilovich. Ingresso 10 euro, per tutte le info: 0131-920154.

Giovedì 16 maggio “Svenimenti”, due atti unici di Anton Cechov. Regia Luca Zilovich, con Matilde Levanto, Alessia Maria Piccio, Samuele Salvo, Clelia Gavazzi e Riccardo Trovati. Ingresso 10 euro, per tutte le info: 0131-920154.

Cinema 2024, prossime pellicole.
Mercoledì 27 marzo e venerdì 29 marzo alle 21 “Caracas” di Marco d’Amore con Toni Servillo. Sarà presente lo sceneggiatore Francesco Ghiaccio per un saluto iniziale e per un dibattito a fine film.
Racconta la storia di Giordano Fonte (Toni Servillo), uno scrittore partenopeo, tornato a Napoli dopo diversi anni di lontananza. L’uomo gira per una città che inghiotte l’individuo e lo terrorizza, ma al contempo lo affascina. Insieme a lui c’è Caracas (Marco D’Amore), un uomo dell’estrema destra e prossimo alla conversione all’Islam. Caracas cerca qualcosa, una verità sulla vita, che sembra impossibile da trovare.
Giordano con i suoi versi canta un amore impossibile, quello tra Caracas e Yasmina, mentre si addentra in una città, dove ognuno spera di non perdersi mai o di trovare il giusto vicolo per salvarsi. Tutti sognano, dopo un incubo, di poter riaprire gli occhi e di raggiungere, dopo una lunga e oscura notte, una giornata luminosa.
Ingressi: 6 € 
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE
biglietteria@valenzateatro.it – telefono 0131.920154 e whatsapp 324.0838829
ORARI BIGLIETTERIA:
dal martedì al venerdì ore 16-19
sabato ore 10-12.30.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Mercoledì 3 e venerdì 5 aprile alle 21 “Un altro Ferragosto” di Paolo Virzì. Sarà presente l’attrice Daniela Tusa, fra le attrici del cast.
Il film ci riporta sull’Isola di Ventotene. Nell’estate del 1996, Cecilia Sarcoli (Laura Morante) rimase incinta di Sandro Molino (Silvio Orlando) ed ebbero un figlio, Altiero Molino che oggi ha ventisei anni.
Il giovane Altiero è un imprenditore digitale e si è sposato con un fotomodello. Questo Ferragosto lo passeranno sull’amata isola del padre che è molto malato. A loro si uniscono gli amici di una vita che trascorreranno l’ultima estate di Sandro tutti insieme per renderla indimenticabile.
Nessuno si aspetta di trovare l’isola in festa per l’imminente matrimonio di Sabry Mazzalupi con il fidanzato Cesare. Sabry, figlia dei bottegai romani Ruggero e Luciana (Paola Tiziana Cruciani), è una celebrità del web e il suo matrimonio è un evento che attira i media e gli arrampicatori sociali.
Si ricreano due schieramenti opposti, due facce di un’Italia in ferie che si trova ancora una volta a dover trascorrere un altro Ferragosto insieme.
Ingressi: 6 €
E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE
biglietteria@valenzateatro.it – telefono 0131.920154 e whatsapp 324.0838829
ORARI BIGLIETTERIA:
dal martedì al venerdì ore 16-19
sabato ore 10-12.30.

Mercoledì 17 aprile, alle 21, “Io Capitano” di Matteo Garrone. Torna al Sociale il film candidato agli Oscar 2024. Costo 6 euro, per info 0131-920154.

Print Friendly, PDF & Email