L’ex marito geloso la maltrattava fin sul posto di lavoro: per lui alla fine sono scattate le manette ai polsi

Alessandria – E’ stato solo grazie all’intervento dei Carabinieri che è stato possibile porre fine agli atteggiamenti vessatori di un uomo di 54 anni, agricoltore, che per anni, durante tutto il matrimonio, aveva tormentato e maltrattato la moglie, arrivando, alla fine, anche ad aggredirla con un coltello.
Pretendeva il controllo su di lei e per averlo le aveva impedito di imparare bene l’italiano, andando anche nell’attività della donna, avendo sempre cura di non farsi vedere dai clienti.
Un clima, ormai, insopportabile tanto che il figlio maggiore se ne era andato di casa e proprio dal ragazzo la donna si era trasferita quando aveva trovato il coraggio di porre fine a quelle reiterate violenze.
Ad inizio anno la donna aveva anche denunciato l’uomo che però aveva continuato con la sua incessante gelosia. Che alla fine è esplosa anche contro il nipote della donna che lavorava con lei nell’attività ad Alessandria. L’uomo dapprima lo ha insultato verbalmente e poi ha iniziato a scagliare piatti arrivando, alla fine, a puntare un lungo coltello contro il nipote e l’ex moglie, ferendo entrambi.
Grazie all’intervento dei Carabinieri, il cinquantaquattrenne è stato arrestato in flagranza. All’uomo è stato applicato il braccialetto antistalking e ora dovrà rimanere a non meno di 500 metri dall’abitazione e da tutti i luoghi frequentati dall’ex moglie.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email