Dalla Provincia 1,4 milioni di euro a favore degli studenti con disabilità delle scuole superiori e dei Comuni per i servizi scolastici

Alessandria – La Provincia di Alessandria ha approvato il nuovo Piano per il diritto allo studio che prevede importanti interventi di assistenza educativa a favore degli alunni con disabilità frequentanti gli istituti superiori e l’organizzazione del trasporto speciale dalla propria residenza alla scuola.
In particolare, sono state attivate 33728 ore di assistenza educativa specialistica a favore di 175 alunni e il trasporto scolastico per 36 alunni con l’assunzione totale degli oneri da parte della Provincia di Alessandria per una spesa complessiva di 895 mila euro, attraverso fondi della Regione Piemonte.
“Le richieste di intervento a favore dell’integrazione degli alunni con disabilità in questi ultimi anni sono aumentante – dichiara il Presidente della Provincia, Enrico Bussalino – nonostante questo, siamo comunque riusciti a garantire sempre, con un notevole sforzo, questo servizio fondamentale, andando incontro alle esigenze didattiche degli istituti superiori e, nello stesso tempo, sostenendo le famiglie.”
Il Piano prevede inoltre l’erogazione di contributi a favore di 109 comuni, unione di comuni e consorzi della provincia per un importo di 580 mila euro, quale compartecipazione alle spese dei servizi scolastici come:
– il trasporto ordinario diretto e indiretto di alunni frequentanti la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado
– il trasporto di alunni con disabilità frequentanti suole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado
– il servizio mensa per le scuole primarie e secondarie di primo grado
– il supporto alle autonomie scolastiche per l’integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado
– l’acquisto di materiali didattici, sussidi e ausili per alunni con disabilità
– il servizio di assistenza educativa generale per alunni frequentanti scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado per i Comuni sede di autonomie scolastiche
– il servizio di scuola estiva dell’infanzia
– l’attività di educazione degli adulti ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di istruzione.
“Inoltre – prosegue il Presidente Bussalino – con il Piano abbiamo anche erogato risorse, aumentandole rispetto all’anno precedente, a favore dei comuni per le proprie spese scolastiche. Un segnale importante molte piccole realtà del nostro territorio.”

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email