Alessandria #davverovostra: una città sempre più buia

Via Trotti

Alessandria. Mentre la sola e più grande preoccupazione dell’Assessore ai Lavori Pubblici Michelangelo Serra sembra essere quella di tracciare (ovviamente in pieno inverno) la segnaletica orizzontale delle corsie ciclabili (mi raccomando, non chiamatele piste ciclabili, altrimenti si offende) la città (in senso sia fisico che figurato) si spegne progressivamente.
Nella notte appena trascorsa i lettori ci hanno segnalato il buio in Via Palermo,, in via Trotti ed in alcune traverse (dove la situazione si ripete ogni volta che piove), in via Rattazzi, in parte di via San Lorenzo, in via San Giacomo della Vittoria e in via Moccagatta.
Sono però solo alcuni dei casi, ben più numerosi, di strade cittadine lasciate al buio, con l’aggravante che la situazione si ripete, a macchia di leopardo, in diverse zone della città, ed in particolare al quartiere Europa, dove anche Corso IV Novembre è spesso al buio, nonostante le segnalazioni.
Il Consigliere Comunale (di maggioranza!) Giuseppe Bianchini ha stimato in 139 i lampioni spenti in città, ma il problema di intere zone che restano al buio è ben più grave e vasto.
Problema conseguente, ma non secondario, Alessandria diventa sempre più insicura e si svuota dopo il tramonto: una vera città fantasma.
Passano i giorni e nessuno interviene: #davverovostra.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email