Federico Chiodi si ricandida a Sindaco di Tortona: presentata la campagna elettorale per le Comunali 2024

Tortona – Teatro Civico gremito, ieri sera, in occasione dell’evento di presentazione della ricandidatura a Sindaco di Tortona di Federico Chiodi per le elezioni amministrative 2024, in programma l’8 e 9 giugno. Sul palco, insieme al Primo Cittadino i referenti delle liste e dei partiti che lo sostengono: Mario Galvani per Fratelli d’Italia, Pierpaolo Pareti per Forza Italia e Fabio Morreale per l’omonima lista civica.
La serata si è aperta con un contributo video che ha ricordato i primi mesi di mandato segnati dalla tragedia collettiva del Covid, un dramma per la città e per i suoi amministratori, che ha imposto un inizio tragicamente in salita, “un punto zero da cui era necessario ripartire” così lo ha definito Chiodi, per realizzare il programma elettorale che era stato condiviso e promesso prima del voto.
Da qui si parte con il ricordo di quanto fatto durante il mandato: in primis l’approvazione del nuovo Piano Regolatore, fermo da più di 25 anni, che ha permesso l’insediamento di sette nuovi centri per la logistica e uno di produzione con più di 800 nuovi posti di lavoro; il reperimento dei fondi per la ricostruzione del polo scolastico di viale Kennedy, già iniziata e che sarà ultimata entro un paio di anni e l’avvio di un piano di lavori pubblici da 39 milioni di euro, che darà un nuovo volto alla città; e poi consistenti investimenti sul sistema di videosorveglianza, rendendo disponibili 200.000 euro per il controllo dei varchi della città e altri 120.000 euro che serviranno a rimodernarlo e renderlo davvero funzionale. Ancora i nuovi importanti collegamenti stradali e ferroviari per incentivare il turismo e il lavoro. Infine l’Ospedale che, dopo essere stato depotenziato per anni, è ritornato alla piena operatività grazie ad un innovativo sistema di gestione che vede collaborare sanità pubblica e privata.
Tutto questo, conferma Chiodi, è stato possibile solo grazie alla comunione d’intenti con gli alleati, che a loro volta non hanno mancato di sottolineare la coesione della coalizione di Centro Destra e il loro appoggio al candidato.
Ad iniziare da Mario Galvani che ha detto di anteporre il bene collettivo della città caldeggiando la ricandidatura di Federico Chiodi, “il miglior sindaco che questa città può avere per i prossimi 5 anni”.
Fabio Morreale, sostiene la scelta offrendo un approccio civico e ricorda l’intervento di riqualificazione di due “quartieri fantasma” della città, nella frazione Mombisaggio-Torre Calderai e la zona R9 – via Guala 1000, oltre all’apertura del Museo Archeologico e il reperimento di fondi (400.000 euro) per il progetto del Distretto Urbano del Commercio per rinnovare i negozi, arredo urbano e sostenere nuove iniziative e manifestazioni.
Pierpaolo Pareti porta il punto di vista di cittadino orgoglioso della sua città: “Tortona era considerata una nobile decaduta, oggi è guardata come punto di riferimento dagli altri centri zona, grazie alle persone che in questi cinque anni si sono posti degli obiettivi e hanno raggiunto risultati”.
Il candidato Sindaco chiude la serata con i “buoni proposti” per il prossimo quinquennio e che andranno a confluire nel programma elettorale. I punti focali rimangono il lavoro, sfruttando la posizione strategica di Tortona e la qualità della vita che la città offre; il turismo e la promozione del territorio, che andranno ulteriormente potenziate e incentivate; l’attenzione agli ultimi, portando avanti il progetto di riqualificazione delle case popolari e realizzando e supportando centri di assistenza per disabili, anziani e famiglie in difficoltà. Infine, ma non in ordine di importanza, i giovani, offrendo loro maggiori opportunità lavorative grazie a nuovi indirizzi scolastici: oltre a quello da poco avviato per la logistica, anche quelli musicale e sportivo.
Chiodi promette di operare nei prossimi cinque anni per rendere quella che è anche la sua città “più sicura, più bella e più ordinata”.
Il prossimo appuntamento della campagna per le amministrative 2024 saranno l’apertura della sede elettorale in via Carducci 7 prevista per nel mese di marzo e la definizione del programma elettore preceduta da tavoli programmatici a cui saranno invitati a partecipare i candidati delle quattro liste, per tracciare insieme le linee guida della nuova proposta amministrativa del Centro Destra tortonese.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email