All’Unione Italiana Ciechi di Alessandria inaugurato un nuovo montascale, il presidente Scarfia: “Idea in mente da tanto tempo, ora è realtà”

Alessandria – “Era un’idea che avevamo già in mente da tantissimo tempo, ora è realtà e questo grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria”.
A parlare è Valter Scarfia, presidente dell’Unione Italiana Ciechi che nel capoluogo piemontese ha sede in via Legnano 44, mentre “l’idea” che si è tramutata in realtà è quella di un montascale, installato sui gradini che portano all’ingresso della sede. “Noi, oltre ad ospitare la nostra associazione, ospitiamo anche le persone della Fand ossia la Federazione delle varie associazioni, come sordi e disabili motori e abbiamo così pensato di realizzare un montascale che però hanno un costo elevatissimo, questo viene intorno alle settemila euro, motivo per cui avevamo bisogno di un finanziamento, noi non ce lo potremmo permettere dato che la sezione è molto grande e noi abbiamo altre esigenze e non saremmo riusciti ad ottenerlo – ha raccontato il Presidente Scarfia ad Alessandria24 – finché è capitato di riuscire a vincere un bando con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e grazie a questo bando siamo riusciti ad acquistarlo.”
“Inizialmente avremmo voluto metterlo al civico 44 – ha proseguito Scarfia – ma poi, per questioni logistiche, è stato meglio metterlo al 46. Per ragioni legate al Covid, i tempi si sono poi allungati e i vari pezzi sono arrivati solo lo scorso dicembre. Ce lo hanno montato e solo ieri, martedì, è stato fatto il collaudo. Oggi è stato usato per la prima volta per portare su Andrea Sciutto, nostro socio con disabilità motoria, ma lo utilizzeremo, ovviamente, anche con altri soci. Grazie ad altri bandi, vorremmo poi aprirci alle altre associazioni e questo montascale ci sarà d’aiuto per questo oltre al fatto che valorizza di molto l’ambiente e l’associazione. Un grazie doveroso alla Fondazione Cassa di Risparmio che ci ha consentito di completare quest’opera.”

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email