Ancora vivo uno dei giovani coinvolti nel tragico schianto di Cantalupo: per due volte era stato rianimato dopo un arresto cardiaco

Alessandria – Aggiornamento 13.51: contrariamente alle voci circolate ieri per tutta la giornata, è ancora vivo, ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale di Alessandria, Vincenzo Parisi, 21 anni, uno dei giovani coinvolti nel tragico schianto di sabato notte tra Cabanette e Cantalupo, poco fuori Alessandria, in cui hanno perso la vita Lorenzo Pantuosco, 23 anni, Lorenzo Vancheri, 21 anni, e Denise Maspi, 15 anni. Parisi, andato per due volte in arresto cardiaco, è stato rianimato.
Alla guida dell’auto, una Peugeot 807, schiantatasi nel cortile di casa di Luigi Bittetto, 69 anni, ferroviere in pensione che ha trovato l’auto in fiamme e i corpi dei ragazzi sparsi sull’asfalto, Maruam Naimi, operaio delle ferrovie: nel suo sangue sono state trovate tracce di alcol ma di pochissimo superiore alla media consentita. Non sarebbero state trovate tracce di sostanze stupefacenti.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email