Il 1° dicembre è la Giornata mondiale contro l’Aids: i progetti dell’Azienda Ospedaliera

Istituita per la prima volta nel 1988, il 1° dicembre si celebra la Giornata mondiale contro l’Aids, un
momento per sensibilizzare la popolazione e fare il punto sulla ricerca. Il tema scelto quest’anno dall’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, è Equalize (equilibrare), chiedendo «ai leader e ai cittadini globali di riconoscere e affrontare con coraggio le disuguaglianze che stanno frenando i progressi nel porre fine all’AIDS e uniformare l’accesso ai servizi essenziali per l’HIV».
«L’Azienda Ospedaliera di Alessandria – ha spiegato il Direttore di Malattie Infettive Guido Chichino – non ha frenato il proprio impegno e nel 2022, oltre all’annuale corso dedicato al personale sanitario, ha portato avanti due progetti che hanno avuto significativi riconoscimenti: uno è vincitore del concorso Fellowship Program della Gilead Sciences e l’altro è stato finanziato grazie alla sponsorizzazione della stessa società biofarmaceutica statunitense».
A vincere il bando italiano è stato il progetto Gestione del paziente con infezione da HIV per supportare il successo terapeutico a lungo termine, ideato dagli specialisti in Malattie Infettive dell’Ospedale di
Alessandria e che coinvolge anche i Laboratori di ricerca del Dipartimento Attività Integrate Ricerca e
Innovazione (DAIRI), diretto da Antonio Maconi.
L’obiettivo è quello di garantire una relazione costante e continuativa tra medico e persona affetta da Hiv tramite un’app che potrà essere utilizzata per segnalare lo stato di salute ed eventuali sintomi da parte del paziente e per avvisare sull’assunzione delle terapie e inviare questionari da parte del personale medico. Il progetto sponsorizzato è dedicato alla Hiv platform, un database clinico informatizzato in grado di raccogliere e mettere a disposizione l’intera storia clinica dei pazienti affetti da Hiv in trattamento presso le Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria. Attraverso il database, infatti, sarà possibile definire e valutare i profili di cura e i trattamenti prevalenti, l’eventuale insorgenza di complicanze e la qualità della vita del paziente.
Come ha sottolineato Eleonora Sarchi, Dirigente medico delle Malattie Infettive dell’Ospedale alessandrino e responsabile dei progetti: «Migliorare la gestione del paziente, favorendo sia l’attività da un punto di vista terapeutico e di prevenzione sia per quanto concerne il benessere individuale del paziente, è l’obiettivo che ci ci prefiggiamo con questi due progetti».
L’Azienda Ospedaliera di Alessandria in questi giorni lancerà inoltre una campagna informativa sui propri canali social con le risposte (tratte dalle Faq del Ministero della Sanità) alle domande più frequenti come Cos’è l’Hiv? Come di trasmette l’Hiv? e Cos’è l’Aids?

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email