Sanità nelle carceri, sì al gruppo di lavoro

Il Consiglio regionale costituirà un gruppo di lavoro, all’interno della commissione Sanità, con l’obiettivo di acquisire notizie, informazioni e documenti relativi alla gestione del sistema sanitario all’interno delle carceri piemontesi.
È il risultato dell’articolato dibattito odierno sulle relazioni del Difensore Civico e dei garanti, concluso con l’approvazione unanime di un ordine del giorno condiviso, proposto dai consiglieri Sara Zambaia (Lega) e Domenico Rossi (Pd).
“Salutiamo con favore questo esito – ha spiegato Zambaia – la prima richiesta di un’indagine conoscitiva sarebbe stata ridondante e avrebbe ‘scavalcato’ il ruolo della Commissione, che sta già appronfondendo il tema, e del Garante dei Detenuti”.
Soddisfatto anche Rossi: “Abbiamo raggiunto un buon compromesso e l’impegno a produrre una relazione finale, che andrà discussa e votata dall’Aula, è sicuramente un elemento importante per affrontare la situazione in maniera trasparente”.
Il documento prevede, infatti, che la commissione concluda l’approfondimento del gruppo di lavoro entro il 31 agosto 2023 con un’apposita relazione da discutere in Consiglio e presenti entro il 30 novembre una prima analisi dei risultati dell’attività svolta.
Durante il dibattito sono intervenuti i consiglieri Alberto Preioni (Lega), Alberto Avetta, Monica Canalis e Diego Sarno (Pd), Sarah Disabato (M5s), Paolo Ruzzola e Mauro Fava (Fi), Silvana Accossato (Luv), Silvio Magliano (Moderati), Giorgio Bertola (Europa Verde), Francesca Frediani (M4o).

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email