Una spesa contro il cancro: a dicembre Nova Coop sostiene l’istituto di Candiolo

Per il quarto anno consecutivo torna l’iniziativa “Scegli il prodotto Coop e Insieme sosteniamo la ricerca contro il cancro”. Dal 1° al 31 dicembre, acquistando il prodotto a marchio Coop in tutti i punti vendita della rete e su coopshop.it, sarà possibile dare il proprio sostegno alla ricerca e alla cura dei tumori. Nova Coop devolverà l’1% del valore di vendita alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus per dotare l’Istituto di Candiolo- IRCCS di una nuova colonna endoscopica che servirà per lo screening e la diagnosi dei tumori del colon retto
Dal 1° al 31 dicembre ritorna l’iniziativa “Scegli il prodotto Coop e Insieme sosteniamo la ricerca contro il cancro” con la quale Nova Coop sostiene l’impegno della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro.
Nei 65 negozi della rete vendita di Nova Coop e per gli acquisti effettuati online sullo store www.coopshop.it, l’1% del valore di vendita di ogni prodotto alimentare confezionato a marchio Coop verrà devoluto all’Istituto di Candiolo-IRCCS. Per tutto il mese di dicembre i soci Coop e i consumatori contribuiranno così all’acquisto di una nuova colonna endoscopica per lo screening e la diagnosi dei tumori del colon retto, scegliendo i prodotti alimentari confezionati a marchio Coop, il resto lo farà la cooperativa. L’iniziativa sarà veicolata anche attraverso i canali di EnerCasa Coop, il marchio della società controllata Nova Aeg che si occupa della commercializzazione di contratti luce e gas a uso domestico.
La collaborazione tra Nova Coop e la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus, che si rinnova ogni anno in occasione delle feste natalizie, ha già permesso di raccogliere complessivamente oltre 360 mila euro nel corso delle tre edizioni precedenti. Risorse preziose che sono state impiegate, di volta in volta, per il sostegno a iniziative di ricerca o l’acquisto di avanzati macchinari dedicati all’analisi precoce e al trattamento dei tumori urologici, del tumore al seno e di quello al polmone.
Secondo i dati più aggiornati disponibili (Relazione I numeri del cancro in Italia 2021), nel 2020 in Italia sono state stimate circa 43.700 nuove diagnosi di tumore al colon-retto (uomini 23.400; donne 20.300). Tra le neoplasie oggetto di screening di provata efficacia, è stato evidenziato che si tratta di una patologia che ha conosciuto un progressivo miglioramento prognostico (dal 52% di sopravvivenza relativa a 5 anni negli anni ’90 al 65%-66% per le diagnosi fino al 2014), integrato dalla diminuzione dell’incidenza, grazie alla diagnosi e al trattamento delle lesioni premaligne identificate precocemente. Allo stesso tempo, una recente indagine nazionale compiuta per stimare l’impatto dell’infezione da SARS-CoV-2 sui trattamenti chirurgici dei tumori della mammella e del colon-retto ha evidenziato una riduzione del numero dei casi di carcinomi al colon-retto operati nel 2020, che potrebbe essere conseguenza della temporanea riduzione dell’attività di screening oncologici.
La salute, il benessere, la promozione dei corretti stili di vita e della prevenzione sanitaria sono da sempre valori irrinunciabili per Nova Coop. Un impegno che la cooperativa porta avanti quotidianamente attraverso iniziative di sensibilizzazione e informazione rivolte a soci, consumatori e dipendenti, di sostegno ad associazioni solidaristiche che si occupano di pazienti oncologici e di diffusione di una cultura del benessere. La Cooperativa è inoltre impegnata nella diffusione di tali importanti tematiche in quelli che saranno i consumatori di domani: il progetto “Educazione al consumo consapevole”, rivolto alle scuole di tutta la regione, solo nello scorso anno ha visto oltre
740 classi coinvolte con circa 3.000 ore di formazione erogata da animatori professionali.
Nel 2021 l’Istituto di Candiolo ha erogato oltre 1 milione 348mila prestazioni ambulatoriali, accolto 8.201 pazienti e trattato 1.220 pazienti con tecniche di radioterapia. Nell’assistenza clinica il personale impiegato è di 503 unità.
L’Istituto ha poi 10 mila metri quadrati destinati alla ricerca, con 38 laboratori e 259 ricercatori italiani e stranieri.
Il suo crescente ruolo di referenza all’interno della comunità della ricerca è testimoniato dalla crescita costante, anno su anno, del proprio impact factor, determinato dal numero di citazioni che gli articoli scientifici pubblicati collezionano su altre pubblicazioni a carattere scientifico.
L’accordo tra Nova Coop e la Fondazione non si limita alle raccolte fondi, ma prevede una collaborazione più ampia per promuovere attività di informazione, prevenzione e crescita culturale.
Dichiarazione di Ernesto Dalle Rive, Presidente di Nova Coop: anche quest’anno rinnoviamo l’alleanza tra due importanti realtà del territorio piemontese per raggiungere l’obiettivo comune di accendere l’attenzione sulla prevenzione di una delle più diffuse patologie tumorali e per
potenziare le capacità di screening precoce, diagnosi e cura a disposizione della comunità di cui siamo parte. Nova Coop da sempre sostiene la promozione del benessere e dei corretti stili di vita come azione caratterizzante della propria attività cooperativa attraverso la proposta di scelte di consumo che accordino preferenza per prodotti sani, genuini e controllati. In questi mesi in cui il nostro sistema Coop è impegnato nell’assicurare grande visibilità al progressivo cambiamento che sta investendo tutte le linee di prodotto a marchio, per ampliarne e rafforzarne le referenze, pensiamo sia ancora più significativo ribadire il nostro sostegno all’Istituto di Candiolo-IRCCS mettendo
a servizio di questa buona causa quanto caratterizza maggiormente la nostra capacità di proposta commerciale.
Dichiarazione di Allegra Agnelli, Presidente Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro:
da 36 anni la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro porta avanti la sua missione grazie alla concreta solidarietà di persone, enti, aziende, associazioni, che ne sono gli indispensabili compagni di strada. Nova Coop è un partner fondamentale, una grande realtà con migliaia di soci e con una presenza capillare sul territorio. Le siamo perciò particolarmente grati per questa iniziativa giunta ormai al quarto anno che raccoglie risorse significative e preziose. Come Fondazione ci impegniamo a fare in modo che l’Istituto di Candiolo sia sempre più un punto di riferimento internazionale per la ricerca e la cura del cancro. Per questo procedono senza sosta i lavori per un importante sviluppo che ci consentirà di mettere nuovi spazi a disposizione dei medici, dei ricercatori, dei pazienti e delle persone a loro vicine.
Dichiarazione di Felice Borghi, Direttore del Dipartimento Chirurgico e della Chirurgia Oncologica dell’Istituto di Candiolo IRCCS: il tumore del colon-retto è, per incidenza, il secondo tumore nella donna e il terzo nell’uomo e per questo rappresenta uno dei principali focus dal punto di vista clinico e della ricerca per l’Istituto di Candiolo. Nell’ambito della prevenzione, oltre ad uno stile di vita sano, è importante lo screening dei polipi del colon in pazienti con sangue occulto fecale positivo mediante la colonscopia. Con questo esame è anche possibile rimuovere le lesioni precancerose senza ricorrere alla chirurgia, o identificare tumori maligni in fase precoce che possono essere trattati con interventi chirurgici mininvasivi senza bisogno di altre terapie oncologiche. L’acquisizione di una nuova
colonna endoscopica dotata delle più moderne tecnologie diagnostico-terapeutiche rappresenta quindi una priorità per gli esperti gastroenterologi-endoscopisti dell’Istituto e per tutto il team multidisciplinare che cura e studia i tumori colo-rettali.
Dichiarazione di Carlo Ghisoni, Direttore Politiche Sociali Nova Coop: generare valore condiviso lavorando insieme per rendere il cancro una patologia sempre più trattabile è
l’essenza della collaborazione che unisce da quattro anni Nova Coop e FPRC Onlus. Per il mese di dicembre i 65 negozi della nostra rete commerciale saranno al servizio di questo importante obiettivo che conferma l’impronta con cui Nova Coop vuole caratterizzare la propria presenza sul territorio: comportarsi come un attore di sviluppo sostenibile che prova a generare e condividere valore per le comunità attraverso ogni azione che compie, dalla proposta commerciale alle numerose attività sociali di cui si fa promotrice o sostenitrice. La collaborazione con l’istituto di Candiolo non si limita alla sola raccolta di fondi ma continuerà con la promozione di iniziative mirate a favore dei soci Nova Coop per l’erogazione di prime visite di prevenzione effettuate anche nei punti vendita della Cooperativa.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email