Casale Monferrato: servizi straordinari di controllo del territorio da parte della Polizia

Casale Monferrato – Nel mese di novembre la Questura di Alessandria, nell’ambito dell’attività di prevenzione dei reati, di controllo del territorio e il monitoraggio delle aree in cui può essere opportuna una presenza maggiormente significativa e qualificata della Polizia di Stato, ha organizzato un servizio straordinario a Casale Monferrato con l’ausilio del Commissariato di P.S. di Casale Monferrato,
della Polizia Ferroviaria di Alessandria, del personale del Reparto Prevenzione Crimine di Torino, della Polizia Locale di Casale Monferrato ed anche con l’intervento qualitativo delle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato e della Polizia Locale di Alessandria.
5 giornate in cui è stata dunque significativa la presenza della Polizia di Stato che ha proceduto a controlli e verifiche in ambito urbano, presso la stazione ferroviaria ed anche nei pressi degli istitutiscolastici casalesi. Non sono mancati i posti di controllo all’ingresso della  città ed in varie zone cittadine con controlli dinamici a persone ed autoveicoli.
Nell’ultimo giorno di controlli straordinari si è verificato un fatto spiacevole. Nei pressi della stazione ferroviaria infatti è stato tratto in arresto un uomo per i reati di resistenza a P.U. commessa mediante violenza e con l’uso di oggetto atto ad offendere, lesioni aggravate, oltraggio e tentate lesioni; il quale ha aggredito con un coccio di vetro un agente della Polizia Ferroviaria di Alessandria intervenuto per impedire l’aggressione di un giovane lì presente, provocandogli una distorsione cervicale, una contusione cranica ed una ferita da tagli all’orecchio sinistro nonchè una distrazione al muscolo del trapezio dx ad un altro Agente intervenuto in ausilio. Nonostante la
veemenza dell’esagitato i due operatori riuscivano a bloccare e rendere inoffensivo lo stesso. I poliziotti intervenuti, dopo essere stati medicati, risultavano guaribili in 10 giorni. L’A.G. convalidava l’arresto e in attesa del giudizio liberava l’uomo applicando l’obbligo di firma giornaliera.
In totale sono state identificate 386 persone di cui un centinaio con precedenti di polizia, controllate 125 autovetture, elevati alcuni verbali al c. di s., una persona arrestata (il soggetto di cui sopra) ed 11 segnalate all’Autorità amministrativa perché trovati in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email