Elezioni: ad Alessandria all’ex Tagliera del Pelo venerdì 16 settembre si presenta “Alternativa per l’Italia” Adinolfi-Di Stefano

Alessandria – Di seguito la nota emessa da “Alternativa per l’Italia”.
“Alle elezioni del 25 settembre 2022 si presenterà una novità: “Alternativa per l’Italia (APLI)”, una federazione di alcuni partiti che intendono porsi non come forza antisistema, bensì come opposizione all’interno del nuovo governo che reggerà il Paese in una delle fasi storiche più complesse della storia della nostra Repubblica.
Tra le formazioni di APLI spicca il Popolo della Famiglia (PdF) che è stato presente alle recenti amministrative di Alessandria con una propria lista ed un proprio candidato sindaco. 153 i consensi tra la cittadinanza, un segno di attenzione ad una politica che individua nella difesa dei principi non negoziabili il proprio punto di forza.
Anche in Piemonte si potrà votare per APLI, al Senato, ed è bene pertanto conoscere, oltre alle linee generali del programma, anche alcuni dei candidati che esprimono il nostro territorio. Tra questi, in particolare, Margherita Ruffino, capolista nel Collegio cui appartiene Alessandria,
Venerdì sera, presso la circoscrizione Europista, ex Taglieria del pelo, via Wagner 38, alle ore 20.45 Margherita Ruffino sarà presente per incontrare la cittadinanza. Accanto a lei altri candidati e sostenitori di APLI.
Si tratta di figure “nuove” rispetto alla politica tradizionale, anche se nei 6 anni di vita del PdF, molti si sono ripetutamente candidati alle varie competizioni elettorali. Sempre con la incrollabile convinzione che sia necessario ed urgente invertire la rotta delle scelte imposte da un governo che sta condannando il nostro Paese al suicidio demografico oltre che economico.
Margherita Ruffino, classe 1948, nata a Canale d’Alba, con il Roero nel sangue, madre e nonna, ha lavorato come insegnante per 40 anni. Impegnata sempre nel volontariato, ha fatto parte per diversi anni di un gruppo missionario diocesano. Candidata alle recenti amministrative di Asti, e, in precedenza, alle Europee e Regionali del 2019, come alle politiche del 2018.
Nella serata di venerdì prossimo si illustreranno le ragioni per cui votare APLI. Dal Reddito di Maternità per contrastare il crollo della natalità e la piaga dell’aborto, indotto in genere da motivazioni economiche agli incentivi alla piccola e piccolissima impresa e sostegno ai giovani per il diritto ad un lavoro stabile e alla casa, in particolare per le giovani coppie. Dalla tutela della libertà educativa per scuole e università contro l’imposizione del pensiero unico e dell’ideologia gender all’opposizione alla digitalizzazione dell’identità del cittadino attraverso strumenti di controllo come il green pass e l’obbligo vaccinale.”

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email