Arrestato molestatore seriale che agiva sui treni tra Liguria e Basso Piemonte

Genova – Un genovese di 30 anni è stato arrestato con l’accusa di aver tentato due violenze sessuali nei riguardi di due giovani ragazze. Le manette ai polsi del giovane sono scattate al termine di un’attività di indagine condotta dalla Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria della Liguria, in collaborazione con gli Uffici Polfer sul territorio.
L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal GIP del Tribunale di Genova su richiesta della locale Procura della Repubblica e riguarda due episodi del mese scorso, accaduti a distanza di 24 ore l’uno dall’altro.
L’uomo è stato individuato come il presunto autore di atti osceni commessi a bordo di treni regionali che transitano sulla rete ligure e anche nel basso Piemonte. Sei, in tutto, le segnalazioni che lo riguardano, depositate di recente dalla Polfer genovese in Procura. Tutte riproducono sempre la stessa condotta: il soggetto sale su un treno a caso, si sposta nelle carrozze con poche persone e appena trova giovane donna seduta da sola si abbassa i pantaloni davanti a lei pronunciando frasi oscene.
Già in passato l’uomo era stato sottoposto ad una misura cautelare per fatti analoghi. Due anni fa, a bordo di un treno regionale, aveva seguito una viaggiatrice costringendola a cambiare più volte posto e, durante la discesa nella stazione Principe, mettendosi alle sue spalle, l’aveva palpeggiata.
Il Giudice aveva disposto nei suoi riguardi gli arresti domiciliari, poi tramutati in custodia cautelare in carcere dopo che l’uomo aveva molestato una donna del suo stesso condominio, bloccandola sulle scale, sino a quando non era riuscita a scappare.
Processato per violenza sessuale, l’uomo ha scontato oltre un anno di reclusione nel carcere di Genova Pontedecimo.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

 

Print Friendly, PDF & Email