Pernigotti: rimandata al 2 agosto la riunione con il Mise per la concessione della cassa integrazione straordinaria

Novi Ligure – E’ stata rinviata al 2 agosto la riunione in videocollegamento con il ministero del Lavoro sulla vertenza Pernigotti per la concessione della cassa integrazione straordinaria, dopo la scadenza il 30 giugno di quella per ristrutturazione.
A mancare è il piano industriale che, come peraltro rimarcato dalla Flai Cgil, non è mai stato presentato  alle organizzazioni sindacali.
“Vogliamo tutti capire, a questo punto, se il piano andrà in porto e il nuovo investitore cosa intenda fare” ha rimarcato Raffaele Benedetto (Flai Cgil) che ha anche sottolineato come “si stia parlando con una società che, se le cose andranno come indicato nella comunicazione del 13 luglio sulla cessione del pacchetto, non sarà più titolare di alcuna azione Pernigotti. Quindi, del piano parliamo con chi?”.
Confermato che l’acquirente è Lynstone Ssf Iie, società veicolo di proprietà del Gruppo Jp. Morgan.
Per la Flai Cgil territoriale, al di là della crisi di Governo a incidere negativamente sulla vertenza “è e sarà l’atteggiamento della Pernigotti stessa: si stanno ammazzando con le proprie mani con questi balletti di andirivieni. E, intanto, i lavoratori rimangono sempre in ferie – chi le ha – oppure con permessi retribuiti dall’azienda. E come può pagare chi non produce?”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email