Dalla musica al docufilm, senza dimenticare i servizi e, prima di tutto, l’ascolto: l’intensa estate Anteas

C’è il ‘trasporto amico’, c’è l’ambulatorio, ci sono gli eventi. Ma innanzitutto c’è il bene non quantificabile, che però rappresenta lo straordinario valore aggiunto dell’associazione: l’ascolto. Lo ha spiegato in modo chiaro e diretto Silio Simeone, presidente provinciale di Anteas, ‘associazione nazionale tutte le età attive per la solidarietà’ che è nata nell’aprile del 1996 sotto la spinta di esperienze locali promosse e sostenute dalla Fnp Cisl. Lo ha fatto durante il recente convegno organizzato dalla Federazione pensionati ad Alessandria che ha messo al centro del confronto la sanità. ‘Solitudine, povertà, bisogni sociali del territorio: il ruolo del volontariato’ è stato il tema affrontato da Simeone che ha riassunto in pochi minuti la storia recente di una attività che rappresenta un caposaldo dei servizi che il volontariato assicura in provincia di Alessandria. Inevitabile partire dalla prima ondata pandemica e dal lockdown che ha messo subito in grave difficoltà i rapporti sociali e interpersonali di chi è anziano e solo. Anteas si è subito mobilitata con cinque volontari (uno di loro, Luigi Siri, è mancato poche settimane fa) per rispondere a una esigenza primaria: l’acquisto delle medicine. “Abbiamo subito capito che qualcosa andava fatto, ci siamo confrontati con l’Asl Al e d’intesa con l’azienda sanitaria è iniziato il servizio di  consegna dei farmaci a domicilio. Sono stati effettuati – ha ricordato Simeone – millesettecento viaggi e percorsi quattordicimila chilometri. Poi è arrivata la ‘Stanza degli abbracci’, inaugurata per la prima all’Orchidea ed è stato impagabile vedere la gioia degli anziani che sono tornati ad abbracciare, benché con modalità un po’ complesse, i loro familiari”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Anteas è anche ‘Trasporto Amico’ e l’anno scorso ha effettuato quattromila viaggi complessivi, di cui 2579 ad Alessandria, percorrendo circa duecentomila chilometri. Poi c’è il servizio ambulatoriale, solo nel capoluogo provinciale, che assicura una serie di prestazioni gratuite (l’anno scorso sono state 1.217) eseguite da personale infermieristico professionale.

Ascoltare è però l’elemento che fa la differenza. La capacità di essere vicini a chi ha bisogno di un servizio, ma che per prima cosa ha la necessità di un contatto personale autentico, è il valore aggiunto rimarcato dalle parole di Simeone durante il convegno della Fnp Cisl.

Sul fronte delle iniziative, si avvicinano gli appuntamenti del mese di luglio. Il primo è ‘Cori sotto le stelle’ in programma venerdì 8 luglio, alle 21, nel cortile della Cisl, in via Tripoli 14 ad Alessandria, con il coro ‘Le note sui registri’, Coro Sezione B, Associazione Nave Lahele, Corale Città di Acqui Terme. Presenta Luciano Cartolano, vicepresidente Anteas Alessandria.

Il secondo appuntamento, sempre su iniziativa di Cisl, Anteas e Fnp, è in calendario mercoledì 13 luglio, alle 21, nel cortile della Cisl dove Mauro Bavastri presenterà “Il grigio e gli altri colori” – Il grande calcio raccontato da uno stadio di provincia.

Print Friendly, PDF & Email