Fabrizio Priano: la politica nasce da un “Laboratorio di idee”

Benedetto Croce sosteneva che “la politica è la capacità di dare concretezza al mondo delle idee”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale di Alessandria ha fatto registrare aspetti contrastanti: si è andati dalla nutrita presenza di leader politici nazionali, ai concertoni, agli aperitivi coi candidati.

Fortunatamente, in alcuni casi, seppur minoritari, più crocianamente, si è parlato anche di problemi concreti o di grandi temi politici.

In questo modo, indipendentemente dalle proprie posizioni politiche, chi è interessato al “bene comune” si è veramente potuto documentare sui tanti aspetti che attualmente animano il dibattito politico sia a livello locale che nazionale.

In questo ambito, in Alessandria si muove ormai da diversi anni l’associazione “Libera Mente”, che si definisce un “Laboratorio di idee” apolitico ed apartitico.

Anima e promotore di questo progetto è Fabrizio Priano, che abbiamo incontrato a margine di un interessante dibattito sul pensiero conservatore con Francesco Giubilei.

“Libera Mente è nata nel 2014 ed il primo incontro è stato con Magdi Allam che parlò delle radici cristiane della nostra società.

Da allora gli incontri per la presentazione di libri o per dibattere di temi di attualità sono stati decine, senza nessun preconcetto politico: ho portato in Alessandria personalità dalla caratura indiscutibile, da Chiamparino ad Alemanno, da Pillitteri a Fusaro per citare solo qualche nome.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Per giudicare occorre avere conoscere e con la mia associazione offriamo un bagaglio di nozioni e di opinioni che ognuno può elaborare come meglio crede”.

Questo “Laboratorio di idee”, però si è occupato anche di arte…

“Abbiamo dato vita al progetto “Arte diffusa” che vuole essere un veicolo per portare arte anche nei luoghi dove solitamente non se ne trova: bar, circoli, luoghi di aggregazione in genere.

In questo modo abbiamo dato la possibilità a moltissimi artisti e fotografi di far conoscere le proprie opere in tutta la città.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Poi ci sono state anche le iniziative di carattere più “istituzionale” come la Biennnale d’Arte a Palazzo Monferrato o l’esposizione di Paraventi Giapponesi Antichi che è arrivata sino al Vittoriale degli Italiani”

Sono centinaia le iniziative proposte in questi anni nei più diversi ambiti culturali al solo scopo di arricchire il confronto delle idee e di offrire strumenti di visibilità anche agli artisti locali.

In questo contesto nasce anche il suo impegno politico con la candidatura alle prossime elezioni amministrative di Alessandria, come capogruppo della lista di Fratelli d’Italia per il Consiglio Comunale.

Ovviamente l’attività del “laboratorio culturale” resta assolutamente separata dal mio impegno politico.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Diciamo che, però, i cittadini di Alessandria in questo modo sanno quale può essere la mia proposta di amministrazione della cosa pubblica.

Non una visione ideologica di parte, ma la possibilità di tradurre in pratica idee utili per il vivere civile e per lo sviluppo positivo di una comunità quale solo può nascere dal confronto delle idee.

In questo senso anche il mio impegno in Fratelli d’Italia è chiaro: sono responsabile regionale del dipartimento cultura nonché delle scuole di formazione politica.

In tempi di “antipolitica” il confronto della idee resta l’antidoto più valido nei confronti di chi spera di impedirci di pensare o di inglobare i cittadini nella gabbia dorata del “pensiero unico”

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

 

 

Print Friendly, PDF & Email