Bertram Derthona, la conclusione di una stagione fantastica!

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Tortona – Conferenza stampa di fine stagione sportiva, questa mattina, presso la Sala Romita del comune di Tortona, alla presenza del presidente del Derthona Basket Marco Picchi, dell’ A.D. Ferencz Bartocci, del Sindaco della città di Tortona Federico Chiodi. 

Con la presenza in sala anche di coach Marco Ramondino, fresco di nomina a C.T. della Nazionale Under 23 maschile, é stata l’occasione giusta per tracciare un bilancio della stagione appena conclusa, per gettare le basi (ormai solide) per la prossima e per la presentazione, a stampa e tifosi, del nuovo club manager della Bertram Derthona, Giacomo Carrera.

“Stagione ampiamente oltre le aspettative” per il presidente Picchi “complimenti a tutti, società, staff, allenatore e giocatori. Solo insieme si ottengono risultati così! Un risultato che ci premia, ci rende felici e orgogliosi, ma che non deve essere un punto di arrivo, bensì un punto di partenza. Il palazzetto di Casale pieno in ogni ordine di posto in gara 3  della semifinale play-off, ci deve servire da stimolo, fuori e dentro il campo per continuare a migliorarci. E’ un valore aggiunto. Permettetemi di ringraziare, oltre alla città di Tortona, Beniamino Gavio, i nostri tifosi, anche la città di Casale Monferrato che ci ha ospitato in questo bellissimo anno e che ci ospiterà anche il prossimo, fino al termine dei lavori della Cittadella dello Sport tuttora in avanzamento lavori.”

Proprio sull’avanzamento lavori del nuovo palazzetto di Tortona, l’A.D. Bertocci, aggiunge: “I lavori vanno avanti, procedono alacremente. Potremo già vedere qualcosa di concluso nei prossimi mesi. Le ruspe sono in azione con il movimento terra per le basi dell’arena principale che conterrà circa 5000 posti e che dovrebbe essere utilizzabile non dalla prossima stagione 22/23, ma da quella successiva.”

“Un ringraziamento a Marco Ramondino ed ai ragazzi che hanno messo l’impegno massimo. Vogliamo che quella di quest’anno non sia una stagione irripetibile, ma solo indimenticabile!” così, Giacomo Carrera, nuovo club manager della società tortonese.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

“Le basi ci sono ed il consolidamento, pian piano arriva. Per la stagione 22/23 il roster sarà essenzialmente molto simile a quello di quest’anno.” aggiunge il presidente “La nostra forza è il gruppo e il gruppo, ripeto, è ben consolidato. C’è sempre la possibilità di migliorare e stiamo già esplorando il mercato in entrata. E’ notizia fresca fresca, il rinnovo biennale di Mike Daum che indosserà la canotta bianconera fino al 2024, come nel segno della continuità il rinnovo di Ariel Filloy, anche lui in bianconero fino al 2024. Le Coppe Europee? Il ranking della nostra squadra lo consente, ma abbiamo deciso di attendere ancora un anno e consolidarci a questi livelli. Restano e saranno certamente un nostro obbiettivo.”

Per il presidente Picchi un solo rammarico. “Gli ultimi tre minuti di gara 1 di semifinale, partita decisa all’ultimo tiro e l’immagine di quel pallone di Severini che non so come abbia fatto a uscire mi fa ancora sussultare. Vincere una partita contro la Virtus Bologna, campioni d’Italia, a casa loro, sarebbe stato meraviglioso, la classica ciliegina sulla torta e comunque non ci siamo andati così lontani.  Non avremmo di sicuro vinto la serie, però sarebbe stato il top dei top. Sono situazioni che vanno accettate. La pallacanestro è così. Non ci dormi per una notte, ma poi le devi accettare. Per la prossima stagione auspico che possa continuare, in città e in tutto il nostro territorio, a svilupparsi e crescere l’affetto, il seguito e la passione che abbiamo avuto quest’anno. Che i ragazzi continuino ad onorare la nostra maglia e a lottare sul campo come hanno sempre fatto. Come Leoni!”

Per coach Marco Ramondino “tutto è perfettibile e migliorabile. Dobbiamo esserne consapevoli. Come ha detto il presidente in conferenza stampa, la stagione appena conclusa, deve essere un punto di partenza. Bisogna darsi degli standard qualitativi sempre più alti, non solo di risultati sportivi, ma anche societari e stamattina con la presentazione di Giacomo Carrera già abbiamo cominciato”. Poi, sulla sua fresca nomina a C.T. della nazionale Under 23 maschile, “E’ una bella responsabilità, bellissima. E’ un impegno estivo, mi fa piacere anche perché ho maggiori possibilità di vedere e seguire giocatori giovani sicuramente promettenti. Al momento gli incarichi fortunatamente non sono in conflitto, il fardello di responsabilità aumenta, ma è anche estremamente motivante e bisogna essere bravi a saper interpretare entrambi i ruoli e cercare di ripagare con i risultati tutte le persone che hanno creduto in me, sia dal club che dalla Federazione.”

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email