Corso Acqui, spinge la vicina di casa giù dalle scale perché lesbica

ALESSANDRIA – Ci sarebbe la discriminazione sessuale dietro quanto accaduto venerdì sera a Claudia Cecconello, alessandrina di 53 anni residente in una palazzina di Corso Acqui. La donna, infatti, è stata presa a pugni e spinta giù dalle scale con un calcio dal vicino di casa perché sarebbe “una lesbica di merda”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

L’uomo sarebbe già stato denunciato più volte nel corso degli anni ma, per qualche motivo, riusciva sempre a far ritirare le querele nei suoi confronti.

Questa volta, però, la donna ha chiamato il 112 che è rimasto in linea per tutto il tempo così da registrare quanto accaduto. Sul posto, così, si sono subito recati gli uomini del 118 che hanno soccorso la donna.

Domani la donna sporgerà formale denuncia nei confronti del vicino di casa.

Print Friendly, PDF & Email