Novità in libreria: “Sulle ossa del mondo”, pagine in viaggio a cura di Giorgio Enrico Bena

Diciannove racconti e quattro portfolio fotografici dedicati allo scheletro di pietra del nostro pianeta, le “grandi cattedrali della terra” (John Ruskin), le montagne.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Dalle valli dell’arco alpino ai monti siciliani e calabresi, dall’Everest all’Ecuador e all’Afghanistan fino al sentiero degli Incas, al tempio sospeso dei Monti Sacri della Cina e ai Virunga ugandesi, queste pagine ci offrono avvincenti viaggi “in quota”, ricchi di storie, personaggi e situazioni.

Il piccolo santuario di Retempio, in Valle d’Aosta, la valle di Susa e le sue presenze monastiche (Certosa di Banda, Certosa di Monte Benedetto, Certosa della Madonna della Losa, la Novalesa), il Monte Bianco e il Monviso, Lanzo e la Val Pellice, le Alpi Cozie e la val Varaita sulle orme dei pittori itineranti, la nascita del primo Ski club d’Italia nel 1901 grazie ad un ingegnere dell’Engadina, Adolfo Kind, e le palestre di roccia della Liguria e della vicina Francia.

“Le sventurate si strinsero ancora e insieme alzarono lo sguardo verso la notte. La montagna non era con loro, la montagna era inquieta e sapeva.”

Le leggende delle Dolomiti, che raccontano della Samblana, signora delle cime e della neve il cui mantello è retto dalle anime delle “indesiderate”, l’Abruzzo con la Majella ed il Cammino di Celestino, la Sila calabrese e la Sicilia aspra ed arcana dei Monti Sicani.

Il massiccio del Durmitor in Montenegro ci apre la strada verso il lontano est, passando attraverso la valle dei Buddha di Bamiyan arriveremo alle pendici dell’Himalaya, alle vette del Bhutan con le Black Mountains ed il Nido della Tigre. Infine, il continente sudamericano, dagli altopiani venezuelani ai vulcani dell’Ecuador, dal Perù del Camino Inca alle Ande boliviane con il Salar de Uyuni, la più grande distesa di sale del mondo

Introducono il libro, le immagini storiche realizzate da Vittorio Sella a cavallo fra ‘800 e ‘900, gentilmente concesse dalla Fondazione Sella.

 “Sulle ossa del mondo” fa parte della collana “Pagine in viaggio”, giunta alla quinta edizione.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

A cura di Giorgio ENRICO BENA

Racconti di: Donatella Actis, Franco Ballatore, Ludovico De Maistre, Paolo Calvino, Paolo Camera, Pierangelo Chiolero, Emilia Coppola, Fernanda De Giorgi, Giorgio Enrico Bena, Maddalena Fortunati, Guido Montanari, Giampiero Pani, Vincenzo Perri, Laura Remondino, Franca Rizzi Martini, Caterina Schiavon, Raffaele Tomasulo, Teodora Trevisan, Maria Vassallo.

Racconti fotografici di: Vittorio Sella, Ada Brunazzi, Luca Cagnasso, Chiara Enrico Bena, Silvia Maria Ramasso.

I diritti d’autore saranno devoluti all’associazione International Help onlus a sostegno delle sue attività umanitarie.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

192 pagine – € 17,00

«Scarpe. Almeno due dozzine di scarpe. Foglie secche e polvere. Questo c’è sul balcone in legno della casetta di Ghitin, sul quale mi sto arrampicando perché incuriosito dai pacchetti incartati che ho visto nella moschiera appesa sul balcone. Le moschiere, di solito posizionate sul lato nord delle case, svolgevano un tempo la funzione dei moderni frigoriferi. Sembra, guardando dal basso i pacchetti, che qualcuno ci abbia riposto delle vivande oggi stesso, anche se è evidente che la casa è abbandonata da lungo tempo. Sono passati quasi trent’anni dall’ultima volta che sono venuto a borgata Cullin e pare che non ci abiti più nessuno da almeno venti. Soltanto la pietra che chiude l’apertura del forno per il pane, lucida e pulita, sembra messa lì da pochi giorni.»

 

Print Friendly, PDF & Email