L’autismo al centro della terza Commissione Politiche Sociali e Sanitarie a Palazzo Rosso: “Problema da tenere presente sempre e non solo il 2 aprile”

Alessandria – “Il problema dell’autismo deve essere tenuto presente sempre, 365 giorni l’anno, e non solo il 2 aprile quando se ne celebra la giornata mondiale”. Lo ribadisce, con forza, Renato Peola dell’Associazione “Il Sole dentro” nell’ambito della terza Commissione Consiliare Politiche Sociali e Sanitarie che si è tenuta mercoledì mattina a Palazzo Rosso, sotto la presidenza del Dottor Piero Castellano e alla presenza della Disability Manager Paola Testa, dell’Assessore Piervittorio Ciccaglioni, di Sabino e Rossella Di Donna dell’Associazione Aias, di Don Ivo Piccinini, che ha donato i locali per l’Associazione “Il Sole dentro”, di Gianni Ravazzi, esperto di botanica dell’ Associazione “Natura e Ragazzi” e di Michela Gobbi dell’Associazione AID.
All’Ordine del Giorno la “giornata della consapevolezza dell’autismo” che sabato scorso, 2 aprile, ha visto una cordata di associazioni e di cittadini sostenitori mettere a dimora il primo albero del “Bosco del Sole”, uno spazio  di 2000 metri quadrati vicino al cuore della città di Alessandria. Il Bosco sorgerà all’altezza del ponte Tiziano, in via Giordano Bruno, in prossimità della chiesa dell’Annunziata e della sede dell’associazione Il Sole dentro.
Ma non solo. L’area sarà dotata di attrezzi ginnici e tabelle, anche in Braille per non vedenti e ipovedenti, che guideranno le persone in un percorso di attività fisica. Come peraltro spiegato da Renato Peola de “Il Sole dentro”, il “Bosco del Sole” sarà un luogo della memoria ma proiettato verso il futuro, piantumato con alberi e arbusti, ce ne saranno 34 in tutto, che la generosità dei cittadini ha dedicato alle persone care. Inoltre il “Bosco del Sole” diventerà un luogo dove tutti potranno fare attività fisica all’aperto e gratuitamente.
Un tema, quello legato all’autismo, disturbo del neuro-sviluppo che coinvolge principalmente linguaggio e comunicazione, interazione sociale, interessi ristretti, stereotipati e comportamenti ripetitivi e che recentemente ha visto introdotta la terminologia Disturbi dello Spettro Autistico (DSA), presente anche nel progetto “No More Aut”, organizzato dall’Associazione AIAS ONLUS sezione di Alessandria, in collaborazione con Fondazione Social, Laboratorio Autismo dell’Università di Pavia, Associazione PSINE, Cooperativa Anteo di Biella, Cooperativa Lia, Associazione Skate Farm. Nel dettaglio un percorso formativo incentrato sul tema dell’autismo e disabilità intellettiva, condotto da professionisti qualificati e laureati. “Avere a che fare con persone affette da autismo deve essere strada continua ma non può bastare solo quello – ha rimarcato la Dottoressa Rossella Di Donna – il nostro obiettivo, come Associazione AIAS, è stabilire collaborazioni importanti come quelle con le scuole. Nel corso del periodo pandemico abbiamo poi vagliato vari tipi di attività e di proposte per i soggetti affetti da autismo come l’ortoterapia, la giocoleria e giochi circensi.”
Nel corso della Commissione si è poi discusso anche di altre iniziative come il progetto “Pranzi Insieme”, sempre a cura dell’AIAS ma ancora in fase di programmazione, e di iniziative a cura dell’AID, Associazione Italiana Dislessia. “Ci piacerebbe collaborare con Il Sole Dentro” ha tenuto a sottolineare la presidentessa Michela Gobbi.
“Sarebbe davvero importante avere il coinvolgimento del maggior numero di istituzioni possibili – ha sottolineato invece la Disability Manager Paola Testa – per poter fare in modo di organizzare un lavoro di formazione completo per tutte le persone, adulti e bambini, che soffrono di autismo”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

 

Print Friendly, PDF & Email