Dipendente dell’ex Ilva di Novi ferito in modo grave alle dita di una mano

Novi Ligure – Ancora un infortunio sul lavoro in provincia di Alessandria. E’ accaduto nello stabilimento Acciaierie d’Italia di Novi Ligure dove, nella notte tra sabato 2 e domenica 3 aprile, un dipendente di circa 50 anni dell’ex Ilva, che lavorava nel reparto zincatura, si è ferito gravemente alle dita di una mano.
Sono ancora in corso le verifiche e gli accertamenti da parte delle autorità competenti. Lo hanno comunicato i sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil.
“Questo è l’ennesimo episodio di infortunio che registriamo in provincia di Alessandria – hanno sottolineato i sindacati – si torna a ribadire la necessità di portare avanti un percorso mirato di sensibilizzazione all’interno delle aziende, grandi e piccole senza distinzione alcuna, che coinvolga i lavoratori e le aziende stesse sull’importanza della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro. La situazione è diventata emergenziale in tutta Italia, anche la nostra provincia non si esime e sta registrando continui episodi di infortunio sui luoghi di lavoro, per non parlare degli infortuni mortali come quello dello scorso venerdì alla Cavalleri di Arquata Scrivia. Il rispetto puntuale, sistematico e rigoroso delle norme sulla salute e la sicurezza, oltre all’esigenza di maggiori controlli da parte degli enti preposti è l’unica strada possibile da seguire”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email