Rete Teatri: Il Brutto Anatroccolo il 3 e 10 aprile 2022 a Monastero B.da (AT) e Ricaldone (AL)

RETE TEATRI torna al Teatro Comunale di Monastero Bormida – AT (via Marconi, 19), domenica 3 aprile 2022, alle ore 17.00
e al Teatro Umberto I di Ricaldone – AL (via Roma, 6), domenica 10 aprile 2022, alle ore 17.00, con lo spettacolo

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

IL BRUTTO ANATROCCOLO di Monica Massone

In scena: Monica Massone (Narrazione), Natascia Poggio (Danza), Michela Marenco (Pittura)
Regia: Paolo La Farina

TEATRO PER BAMBINI e FAMIGLIE

Rivisitazione della famosa fiaba di Andersen, rivolta ad un pubblico di bambini ma con linea narrativa adatta anche ad un pubblico adulto.
Un mix divertente e coinvolgente di Narrazione, Danza e Pittura, una favola per tutti, piccoli e grandi, un viaggio alla scoperta di chi si è davvero, della propria bellezza, dello splendido “cigno” che si nasconde, timido timido, nell’animo di ciascuno e che vuole solo, per sua natura, spiccare il volo e volare alto nel cielo.
“Il Brutto Anatroccolo” è il libero adattamento dell’omonima fiaba di H. C. Andersen, uno spettacolo per famiglie ma godibile anche da un pubblico adulto, non ha limitazioni di età o di genere, è adatto anche a coloro che hanno problematiche comunicative, sia verbali, sia dovute a disabilità, ricco di sorprese, coinvolgimenti sensoriali e parti estremamente empatiche.
Ispirato all’Arte e alla Danza Movimento Terapia, è composto da: narrazione, teatro d’attore, pittura e disegno dal vivo, teatro d’ombra e di figura, danza contemporanea e classica, giocoleria, il tutto accompagnato da una colonna sonora che spazia dalla musica classica all’elettronica.

E’ uno spettacolo che sa ricordare l’essenza delle fiabe, come venivano raccontate un tempo, e viene svolto in maniera combinata da un team di esperti nelle diverse discipline messe in atto, presentando un’integrazione tra vari linguaggi creativi e offrendo la possibilità di lavorare su diversi ambiti di intervento educativo – emozionale, grazie anche alla multi-sensorialità.

Presentare, infatti, una preziosità di linguaggi simbolici è il punto di forza di questa rappresentazione, finalizzata a stimolare, attraverso i sensi e la lucidità, l’aspetto emotivo: giocare con le emozioni per educare alla gestione emotiva delle stesse.

Il costo del biglietto è 10 euro.
L’ingresso è riservato agli adulti possessori di GreenPass rafforzato

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Prenotazioni: gestione@rete-teatri.it – Patrizia Velardi 3489117837 – Monica Massone 3484024894

Print Friendly, PDF & Email