Tre anni di molestie ai vicini di casa: alessandrino finisce in carcere

Alessandria – Lo scorso martedì la Squadra Mobile della Questura di Alessandria ha applicato la misura cautelare del carcere per un uomo residente in città, responsabile di continue vessazioni portate avanti negli ultimi tre anni. L’uomo aveva messo in atto minacce, molestie, danneggiamenti di vario genere nei confronti di alcuni vicini di casa: dall’imbrattamento dei muri al lancio di bottiglie sui balconi, fino all’incendio di zerbini e a tentativi di dar fuoco alle porte di ingresso.
Inoltre, stando a  quanto scoperto dagli agenti, in un caso l’uomo aveva ferito un suo vicino di casa colpendolo con un ombrello mentre in altre occasioni aveva cercato di colpire gli altri condomini con un martello e un coltello. Era stato provvidenziale, in quest’ultimo frangente, l’intervento della Volante. Due poliziotti erano stati feriti non in modo grave, riuscendo a chiudere la valvola della bombola del gas della cucina che l’uomo aveva aperto.
La sinergia costante degli operatori in divisa con quelli della Squadra Mobile ha fornito all’Autorità Giudiziaria gli strumenti per porre un freno alle escandescenze del soggetto attraverso la massima misura cautelare.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email