Alla Solvay di Spinetta Marengo inaugurato il nuovo impianto di polimerizzazione Tecnoflon

Spinetta Marengo – E’ stato inaugurato, nello stabilimento Solvay di Spinetta Marengo, il nuovo impianto di polimerizzazione Tecnoflon® che potenzia la struttura già esistente e amplia la gamma di produzione dei polimeri Tecnoflon®.
La cerimonia di inaugurazione, riservata alle sole Istituzioni e alla stampa per rispettare le limitazioni dovute alla pandemia, si è svolta alla presenza del Viceprefetto Vicario, Paolo Ponta. Insieme al management di Solvay in Italia, Marco Colatarci (Country Manager) e Andrea Diotto (Site Manager) e a Carmelo Lo Faro (Presidente Materials Segment Solvay), sono intervenuti Gianfranco Cuttica di Revigliasco (Sindaco di Alessandria), Maurizio Sciaudone, (Vice Presidente Provincia Alessandria), Vittoria Poggio (Assessore Cultura, Turismo Commercio
Regione Piemonte), Mattia Roggero (Assessore Politiche del lavoro e sviluppo economico del comune di Alessandria), Davide Buzzi Langhi (Assessore Ambiente e politiche per la sostenibilità ambientale del Comune di Alessandria) e Laura Coppo (Presidente Confindustria Alessandria).
Hanno inoltre rivolto un messaggio di saluto Marco Gay (Presidente. Confindustria Piemonte), Emanuele Locci (Presidente del Consiglio Comunale) e i parlamentari Riccardo Molinari e Massimo Berrutti.
Il nuovo impianto, coi suoi 31 milioni di euro investiti, costituisce il singolo investimento strategicamente più importante ed economicamente più consistente nella storia, ormai ventennale, di Solvay a Spinetta Marengo.
“Dal primo giorno della sua presenza a Spinetta Marengo, Solvay ha sempre investito in tecnologia e sostenibilità per fare del sito industriale un’eccellenza del Gruppo e della chimica nel mondo. In questo continuo percorso di sviluppo, abbiamo aggiunto un ulteriore significativo tassello con l’installazione del nuovo impianto di polimerizzazione Tecnoflon® – ha affermato Andrea Diotto, Spinetta Marengo Site Manager di Solvay.
L’impianto, la cui progettazione ha avuto inizio nel 2019, è stato completato in circa due anni di lavoro e ha visto impegnate 120 persone in cantiere per un totale di 90.000 ore lavorate con l’applicazione dei più alti standard di sicurezza.
L’impianto Tecnoflon® adotta i migliori standard progettuali per la sicurezza e la protezione ambientale e consentirà allo stabilimento di Spinetta Marengo di rispondere adeguatamente alla crescente richiesta di applicazioni e soluzioni innovative e sostenibili per diversi settori tra i quali quello automobilistico, aeronautico ed elettronico.
I polimeri ad alte prestazioni prodotti a Spinetta Marengo svolgono un ruolo chiave nello sviluppo della mobilità sostenibile e tra i principali ambiti di applicazione si segnalano i motori elettrici, le auto ibride ed elettriche. Il Tecnoflon® rappresenta una famiglia di gomme sintetiche straordinariamente versatili e con un’eccellente resistenza agli agenti atmosferici.
Carmelo Lo Faro, Presidente del settore Materials del Gruppo Solvay, che comprende le attività di Special Polymers e Composite Materials, ha dichiarato: “Sono orgoglioso che il nostro settore stia trasformando molti mercati e consenta all’industria di creare un futuro sostenibile.
Con oltre 35 famiglie di prodotti e 1.500 formulazioni, grazie alla forte sinergia tra ricerca e applicazione, Solvay Specialty Polymers è leader nello sviluppo di materiali innovativi. Prodotti che sono in grado di rispondere alle crescenti necessità di energia alternativa, acqua pulita, qualità della vita, nel pieno rispetto di sostenibilità e sicurezza sul lavoro”.
L’investimento di 31 milioni di euro per la realizzazione del nuovo impianto Tecnoflon® è solo l’ultimo degli ingenti investimenti economici effettuati a Spinetta Marengo da Solvay, che dal 2002 ha investito circa 600 milioni di euro per lo sviluppo, la modernizzazione e la sostenibilità ambientale di tutti gli impianti del sito industriale.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email