Il Comune di Acqui Terme aderisce alla campagna nazionale M’illumino di Meno

Acqui Terme – Anche il Comune di Acqui aderisce all’edizione 2022 della campagna M’illumino di meno, lanciata dalla trasmissione Caterpillar di RAI-Radio2, che quest’anno metterà al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistenza.
L’obiettivo della giornata è di affermare l’impegno collettivo nella razionalizzazione dei consumi, condividendo con un’azione tangibile l’adesione agli ideali della campagna.
Il Comune di Acqui Terme spegnerà nella giornata dell’11 marzo le luci della Bollente, della torretta di Palazzo Levi, degli Archi Romani e del Ponte Carlo Alberto.
“Anche quest’anno aderiamo alla campagna M’Illumino di meno, spegnendo l’illuminazione di alcuni nostri simboli cittadini – dichiara l’assessore all’Ambiente Gianni Rolando –. Acqui Terme ha aderito la prima volta a questa campagna nel 2018 e ci teniamo molto alla partecipazione perché condividiamo profondamente i valori della sostenibilità ambientale e i principi che parlano di futuro.”
Chiunque desideri può aderire anche personalmente alla campagna “M’illumino di meno” consultando il blog www.caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno o inviando un’e-mail a millumino@rai.it per illustrare sinteticamente le buone pratiche adottate.
Buone abitudini da seguire.
Il Comune invita tutti i cittadini, nei limiti delle proprie possibilità, ad osservare nella giornata del 11 marzo 2022 (e anche dopo) le seguenti buone abitudini per il risparmio energetico e per uno stile di vita sostenibile:
Spegnere le luci quando non servono e non lasciare in stand-by gli apparecchi elettronici.
Sbrinare frequentemente il frigorifero, tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
Mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
Ridurre gli spifferi riempiendo gli infissi di materiale che non lascia passare aria. Mettere le tende davanti alle finestre e alle porte esterne.
Risparmiare l’acqua, innanzi tutto applicando il rompigetto ai rubinetti.
Fare una spesa oculata per evitare lo spreco alimentare.
Fare una corretta raccolta differenziata.
Dare una seconda vita agli oggetti per allontanare il fine vita delle cose.
Utilizzare l’automobile il meno possibile e condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Privilegiare la bicicletta o i mezzi pubblici.
Piantare alberi, piante e fiori ovunque possibile: anche in città, nei giardini e sui balconi. Le piante purificano l’aria e ospitano uccelli e insetti impollinatori.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email