Fondazione Uspidalet: dove fare le donazioni per i costumi d Babbo Natale

La manifestazione del 5 dicembre in piazza Marconi “Natale con la Fondazione
Uspidalet” Babbo Natale per un giorno, ha lo scopo di riuscire a raccogliere fondi
attraverso le donazioni fatte per i costumi di Babbo Natale che si trovano in molti
negozi della città e della provincia , per sostenere il progetto Uscom A1 , il
monitoraggio emodinamico avanzato che permette ai medici di misurare la gittata
cardiaca, senza l’uso di cateteri ed in maniera ripetibile, oltre ad essere utilizzato da
tutti i medici con diversi tipi di esperienza.
UscomA1 è un monitor di ultima generazione funziona come un ecografo, usando
gli ultrasuoni .
“Dobbiamo pensare al cuore come ad una pompa e ai vasi sanguigni come a dei
tubi . Come funzionano pompa e tubi è importantissimo per il buon funzionamento
dell’organismo, dice il dottor Luigi Montagnini, che insieme alla dottoressa Maria
Pia Dusio, della terapia intensiva pediatrica, hanno proposto l’uso di questo
nuovo macchinario all’Ospedale Cesare Arrigo di Alessandria e che la Fondazione
Uspidalet ha deciso di sostenere.
“Fino ad oggi però abbiamo avuto a disposizione dei sistemi invasivi, continua il
dottor Montagnini- Per capire quanto sangue pompa il cuore, quanto ne passi
attraverso i vasi sanguigni e di che qualità sono i vasi sanguigni stessi, se tonici o
meno, si usano dei cateteri che introdotti all’interno del corpo, possono darci le
informazioni di cui abbiamo bisogno. Operazioni che presentano però- precisa il
dottor Magnini- due problemi: il primo è che ci vuole tempo per l’introduzione dei
cateteri ed a volte non lo si ha, bisogna intervenire in tempo reale , l’altro
problema è che se è più facile farlo con gli adulti, risulta complicato con i bambini
che spesso bisogna addormentare. La narcosi indotta può favorire l’insorgenza di
dati non del tutto veritieri specie sul bambino”
In questo caso invece il monitor Uscom A1 è molto comodo perché si posiziona la
sonda sull’arco aortico, ossia all’incirca sul collo tra mento e torace, e così si
riesce a misurare la velocità del sangue in tempo reale e capire se la terapia che si
sta somministrando è giusta . Si può fare immediatamente e senza invadere il
corpicino del bimbo con dei tubi . Inoltre è un esame che possono eseguire non solo
i cardiologi ma anche il personale infermieristico e soprattutto cosa molto
importante è un esame ripetibile e quindi in medicina vuol dire che può essere
scientificamente provato.
“Il bambino critico gravissimo, – dice il dottor Montagnini- è fortunatamente un
caso raro , ma il bambino critico è invece più comune , in questo caso e con il
monitor Uscom A1 possiamo in tempi rapidissimi intervenire , evitando così che la
situazione diventi grave”
Il 5 dicembre dunque tutti insieme in piazza Marconi ad Alessandria dalle 15.30 con
il costume di Babbo Natale, che si può trovare con una donazione, nei negozi di
Alessandria e provincia come da lista presente sul nostro sito
www.fondazioneuspidalet.it
TUTTI UNITI per donare all’Ospedale infantile di Alessandria il monitor Uscom A1 , il
monitor emodinamico che aiuta i piccoli pazienti ed i medici nella diagnosi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email