Lega Novi Ligure: decenni di sinistra sono stati la rovina di Novi

Riceviamo e pubblichiamo:

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

‘’ Decenni di Sinistra sono stati la rovina di Novi, alle menzogne noi rispondiamo con i fatti.’’
Leggiamo sconcertati lo scomposto attacco dei Democratici per Novi all’Amministrazione del Sindaco Cabella
comparso sui social. I novesi non sono fessi e alle parole di Muliere e compagni preferiscono i fatti di Cabella. I novesi
non accetano lezioni dal Partito che per anni ha mal gestito una Città arrivando addirittura ad usare spazi pubblici per
stoccare i materiali della Festa dell’Unità.
I Democratici dicono che non ci sono progetti per la valorizzazione del territorio, MENTONO!
Questa Amministrazione ha scommesso in primis sull’Accademia Enogastronomica del Novese nei locali della
Cavallerizza che dopo decenni finalmente verrà messa a nuovo. Crediamo così tanto alla valorizzazione del nostro
territorio e dei nostri giovani che abbiamo stanziato i fondi necessari per allestire i laboratori di cucina dell’Istituto
Ciampini nei locali dell’Ex – Bunet , mentre il PD ha vergognosamente votato CONTRO!
I Democratici dicono che questa Amministrazione ha aumentato le tasse, MENTONO!
Per far fronte alla crisi causata dalla Pandemia abbiamo ridotto l’IMU per le categorie economiche, per le nuove
imprese e per le attività aperte da giovani under 40 nella nostra Città. Inoltre ricordiamo che le iniziative per far fronte
alla Pandemia in aiuto di cittadini in difficoltà con il pagamento delle bollette, commercianti, società sportive, disabili
e tutti coloro che sono stati danneggiati comprendono una spesa di circa 1 MILIONE e 500.000 euro messi a
disposizione della Città.
I Democratici dicono che non c’è stata una politica culturale ricordando la fine de la ‘’Torre di Carta’’, MENTONO!
Novi non aveva mai visto una programmazione così fitta di eventi come quella di quest’anno. I Democratici
dovrebbero vergognarsi a parlare di rassegne bibliografiche: quest’anno alla rassegna ‘’Novi d’autore’’ sono stati
presentati numerosi libri, addirittura un testo dell’ex Sindaco Robbiano! Loro che si chiamano Democratici non hanno
mai permesso la pluralità in passato, noi sì! Gli eventi del passato erano esclusivi, costosi e per pochi, noi che siamo
veramente democratici diamo spazio a tutti.
Per quanto riguarda gli eventi culturali vogliamo ricordare ‘’Novi 700 Dante’’, le manifestazioni del bicentenario
napoleonico con le mostre organizzate sulla Battaglia di Novi, la mostra fotografica dedicata alla storia della
siderurgia, la mostra del famosissimo fotografo sportivo Massimo Lovati ( citata tra l’altro sulla Gazzetta dello Sport,
RAI ed altre riviste), le Cascine aperte alla Merella, Il Teatro per i ragazzi, la mostra dedicata a Salvador Dalì ed a breve
avremo la Festa della Moneta e la Stagione del Marenco che finalmente riusciremo ad aprire dopo l’inaugurazione
fasulla a scopo elettorale di Rocchino Muliere.
Parlando di cultura ricordiamo che ci siamo trovati una Biblioteca Civica priva di certificati di protezione antincendio! Il
Consiglio comunale ha votato uno stanziamento di 355.000 euro per mettere la struttura a norma, ed i Democratici
hanno votato CONTRO! Come lo spiegheranno ai giovani e meno giovani che si recano nella nostra biblioteca per
svolgere attività culturali e di studio?
Non accettiamo lezioni sulla gestione delle partecipate da chi ci ha lasciato un CIT di fatto fallito che stiamo
risanando e da chi per decenni si è assoggettato al volere dell’Amministratore Delegato di Acos non sapendo fare gli
interessi del Comune e dei cittadini. I Novesi per fortuna erano stanchi di questo sistema instaurato in decenni e
hanno deciso di cambiare nel 2019. Capiamo che per chi ha sempre vissuto di politica è difficile accettarlo, ma vi
invitiamo a farvene una ragione ed iniziare a fare opposizione costruttiva perché in questo modo non continuerete
a far altro che schiantarvi contro un muro a 100 all’ora pensando di sfondarlo, senza risultati, ma solo contraccolpi.
Gruppo Consiliare Lega Salvini Novi Ligure “

Print Friendly, PDF & Email