Recovery Plan, i progetti per la città di Novi Ligure

NOVI LIGURE – Una visione a tutto tondo della città e del suo futuro ha caratterizzato le scelte dell’Amministrazione Comunale di Novi Ligure nella presentazione dei progetti per accedere ai finanziamenti previsti dal Recovery Plan.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Prima di tutto, la sicurezza del territorio e dei cittadini: un progetto per complessivi 9.200.000 euro per la realizzazione di un nuovo scolmatore e la messa in sicurezza del territorio colpito dalle alluvioni del 2014 e del 2019; ancora, la sicurezza dei nostri figli: sono stati richiesti 20.000.000 di euro per l’adeguamento sismico degli edifici scolastici comunali oltre che per la loro rimodulazione funzionale, energetica e digitale.

Poi, una visione rinnovata dell’ambiente urbano, che includa anche le periferie: è stato presentato un progetto del valore di 1.500.000 euro per piste ciclabili anche extraurbane sorvegliate da telecamere, dotate di Wi-Fi e punti di ricarica per e-Bike.

Dopo un periodo così difficile anche dal punto di vista psicologico, la città deve trovare un nuovo respiro e nuovi spazi dove socializzare: un progetto per 2.500.000 euro è stato presentato per realizzare sei spazi di quartiere (anche periferici) che comprendano impianti sportivi e ricreativi, mente un progetto per 200.000 euro è stato presentato per spazi attrezzati e infrastrutturati dedicati all’orticoltura urbana, dove coltivare in modo sostenibile.

La sostenibilità, anche energetica, è un percorso obbligato per raggiungere un futuro più rispettoso di noi stessi e delle nuove generazioni: un progetto di oltre 2.600.000 euro è stato presentato per il recupero e l’efficentamento energetico di Palazzo Dellepiane, in modo da ottenere consistenti risparmi e minori emissioni, oltre che un miglior servizio ai Cittadini. Sempre da questo punto di vista, è stato presentato un progetto per complessivi 280.000 euro per il rinnovo del parco automezzi comunali, che nella maggior parte superano ormai i 20 anni di servizio e non sono rispondenti alle nuove esigenze di risparmio energetico e di riduzione dell’inquinamento.

Un progetto per 1.750.000 euro è stato presentato inoltre per la ristrutturazione e l’ampliamento dei cimiteri novesi, che da tempo necessitano di interventi concreti.

La ristrutturazione di Casa Giorgi, ossia il complesso immobiliare di pertinenza e in adiacenza del Teatro Marenco, non era stata prevista dal piano di ristrutturazione originario del teatro. La ristrutturazione è però necessaria oltre che doverosa, per dotare la città di uno spazio adiacente al teatro da dedicare alle attività culturali giovanili, per favorire opportunità di formazione e lavoro: per questo, l’Amministrazione Comunale ha presentato un progetto con un valore di oltre 800.000 euro.

Print Friendly, PDF & Email