IO MI VACCINO, IO mi proteggo. Parte la campagna della regione pro vaccini

TORINO – Anziani tra i 70 e 79 anni compresi, personale scolastico e universitario e volontari della Protezione civile. Sono i primi protagonisti della Campagna di sensibilizzazione ideata dal Consiglio regionale e dalla Regione Piemonte, che invita le categorie di cittadini, coinvolte fase per fase dal piano regionale,  a vaccinarsi contro il Covid19. IO MI VACCINO, IO mi proteggo è lo slogan declinato per ogni categoria: Io mi prendo cura dei miei cari, Io mi prendo cura dei miei studenti, Io mi prendo cura di voi.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

La campagna di comunicazione ha l’obiettivo di far comprendere alla popolazione la validità della vaccinazione quale strumento di prevenzione e sollecitare una convinta e massiccia adesione dei cittadini alla vaccinazione Sars-CoV2, per uscire dall’emergenza pandemica in atto, richiamandoli ad una scelta di coscienza, basata sul prendersi cura di sé e degli altri.

L’iniziativa è il risultato degli sforzi messi in atto nel corso di questi ultimi mesi anche dagli  Stati generali della prevenzione e del benessere, fortemente voluti dalla presidenza del Consiglio regionale, e dal presidente e vicepresidenti della Commissione Sanità, impegnata nelle ultime settimane in una costante lotta alla disinformazione, attraverso la promozione del convegno  “Vacciniamoci informati” che ha coinvolto esperti dell’ordine dei medici, del Comitato scientifico  e primari dei reparti di malattie infettive.

Come Stati generali della prevenzione e del benessere – sottolinea il presidente del Consiglio Stefano Allasiaabbiamo deciso di realizzare una campagna per sensibilizzare i piemontesi a vaccinarsi, perché solo con un’immunizzazione generale possiamo davvero ritornare alla normalità. Oggi il vaccino c’è ed è sicuro, dobbiamo fugare dubbi e timori sulla sua efficacia, perchè è l’unica arma per sconfiggere definitivamente questa terribile pandemia”.

Seguire i consigli del proprio medico, fidarsi del proprio ospedale o della propria asl, informarsi da fonti sicure e guardare con favore al progresso della scienza, ora in campo con i Vaccini e anche con gli anticorpi monoclonali, è di estrema importanza per i cittadini e i pazienti – afferma il presidente della Commissione Sanità Alessandro Stecco – soprattutto in un momento come questo, dove è normale essere disorientati o spaventati di fronte ad una situazione straordinaria, non conosciuta  e al proliferare di notizie incerte e al bombardamento mediatico cui siamo sottoposti. Il Consiglio Regionale prosegue nell’intento di voler veicolare informazione medico-scientifiche attendibili cosi come abbiamo fatto con la divulgazione del convegno  “Vacciniamoci Informati”, un’idea innovativa molto apprezzata dai cittadini, che vengono messi nelle condizioni di avere le informazioni corrette fornite da esperti del calibro del professor Giovanni Di Perri e il dottor Guido Giustetto”.

Print Friendly, PDF & Email