Ristori Ter, via libera nella notte. Ecco tutti gli aiuti

ROMA – Come, ormai, tradizione il decreto vien di notte. Via libera, infatti, al Decreto Ristori Ter. Si tratta di un decreto che vale 2 miliardi di euro. Vediamo cosa contiene.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Viene instituito un fondo da 400 milioni nel 2020 per consentire ai Comuni «di adottare misure urgenti di solidarietà alimentare». Questi fondi arriveranno ai comuni entro 7 giorni dall’entrata in vigore del decreto.

Vengono stanziati 100 milioni in più a disposizione del commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri per «l’acquisto e la distribuzione sul territorio nazionale dei farmaci per la cura dei pazienti con Covid-19».

Vengono stanziati 1,45 miliardi di euro per ristori e risarcimenti per ristoranti, centri estetici, negozi di abbigliamento e oggettistica e altri settori chiusi nelle zone rosse che negli scorsi decreti non erano considerati o erano scarsamente considerati.

Con il nuovo scostamento da “8 miliardi in termini di indebitamento netto e di fabbisogno e di 5 miliardi per i saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato, in termini di competenza e in termini di cassa” il governo “intende adottare misure che, in continuità con quelle precedenti, consentiranno di estendere gli interventi previsti a favore degli operatori economici, per il sostegno dei settori produttivi e per il sostegno dei cittadini, anche attraverso un utilizzo adeguato della leva fiscale”. È quanto si legge nel comunicato finale del Cdm che ha approvato la Relazione al Parlamento “da presentare alle Camere, ai fini dell’autorizzazione dell’aggiornamento del piano di rientro verso l’Obiettivo di medio termine (OMT)”. “Per il successivo triennio di programmazione – precisa il comunicato – il Governo conferma il percorso di rientro già indicato nel mese di settembre con la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza”.

Con il Decreto Ristori Ter il Cdm ha dato il via libera anche allo scostamento di bilancio di 8 miliardi di euro necessario per il Decreto Ristori Quater. Questo scostamento verrà approvato in settimana dal Parlamento e subito dopo si potrà dare il via libera al Decreto Ristori Quater che prevederà, tra le altre misure, la proroga delle scadenze fiscali di fine anno.

Print Friendly, PDF & Email