DPCM, Berutti (Cambiamo): “Paese maturo e responsabile, lo sia anche il Governo”

ROMA – “Di fronte all’ennesima richiesta di rigore e sacrificio fatta dal Governo, gli italiani si stanno dimostrando ancora una volta responsabili e pronti ad un nuovo sforzo comune per la nostra comunità nazionale. La stessa responsabilità deve essere esercitata dall’Esecutivo”. È quanto dichiara in una nota il Senatore e Segretario nazionale di Cambiamo, Massimo Berutti, che prosegue: “ci vogliono trasparenza e chiarezza e non si possono perseguire interessi di parte e strategie di bandiera. Non si può continuare a lasciare l’Italia in sospeso senza sapere cosa sarà di domani e cosa succederà tra tre o sei mesi. Serve subito un sostegno vero a tutte le categoria impattate da questo nuovo stop ed è fondamentale lavorare a scenari chiari di prospettiva. Gli italiani non possono dover rincorrere notizie, dirette e aggiornamenti. La proroga di quarantotto ore per prepararsi alle misure del nuovo Dpcm avvenuta ancora una volta nottetempo è il segnale di un Esecutivo che continua ad improvvisare. Gli italiani rispetteranno le decisioni, ma ci vuole un cambio totale di metodo. Si devono costruire risposte non scontate e scenari di prospettiva. Ora – prosegue Berutti – Governo e maggioranza ascoltino e coinvolgano di più opposizioni e Governatori. Si avvii un lavoro serio per tutelare in modo concreto le persone più fragili, a partire dagli over 75, e per dire agli italiani quali saranno le prospettive e le misure dei prossimi mesi sul fronte sanitario ed economico. È tempo di agire subito. Non si può continuamente rincorrere, bisogna saper governare”.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Print Friendly, PDF & Email