Grigi, le pagelle contro la Carrarese

CARRARA – I Grigi vincono a Carrara con una prestazione ottima. Il merito, questa volta, è di Mister Gregucci che non si inventa ruoli strani.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Crisanto 6,5: Le volte in cui viene viene chiamato in causa si contano sulle dita di una mano e così decide di giocare facendo iniziare l’azione.

Scognamillo 6,5: Grande prestazione in cui non ha disdegnato di usare la forza.

Bellodi s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Prestia 7,5: Con lui al centro la difesa è precisa e perfetta.

Blondett 7: Veloce e preciso. I toscani con lui hanno vita dura.

Parodi 7: Manzoni gli nega il goal che sarebbe strameritato. Ha un passo che pochi giocatori hanno e gli avversari lo soffrono.

Mora s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Casarini 6,5: Crea pressione e superiorità a centrocampo.

Gazzi 8: Se lui gioca la squadra vince. È il solito gigante che tutti gli avversari temono.
Suljic s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Castellano 8: Segna un goal. Manzini gliene nega un secondo. È sicuro di se.

Celia 7: Corre, scappa, macina chilometri, serve i suoi compagni con cross millimetrici e difende. Cosa gli manca? Il goal.

Corazza 7,5: Aiuta i suoi compagni e segna il primo goal dell’Alessandria punendo i toscani.

Chiarello s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Arrighini 7: Lavora sporco per la squadra e quando vuole segnare Manzini gli dice “no”.

Eusepi s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Mister Gregucci 6,5: Due volte che mette la stessa formazione senza inventare ruoli strani e due volte che la squadra vince facilmente. Non ci voleva molto.

Print Friendly, PDF & Email