Grigi, le pagelle contro il Pontedera

ALESSANDRIA – Irriconoscibili. I Grigi di Mister Gregucci che ieri sera hanno battuto il Pontedera non sembravano quelli delle scorse partite. Belli, sicuri e forti. Due giocatori sono degni di nota tra tutti: Alessandro Gazzi e Luca Parodi. Non male anche Crisanto, Arrighini e Corazza.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Crisanto 6,5: Ormai è abituato ad essere il titolare e dimostra sempre una grande prontezza.

Scognamillo 7: Dopo diverse prestazioni inaccettabili si dimostra un giocatore con qualità che non disdegna neppure le acrobazie.

Prestia 7: Subisce troppi falli ma si immola per la causa perché non vuole che passi nessuno.

Blondett 6,5: È sempre pronto e reattivo. Perfetto nelle ripartenze.

Parodi 7: Potrebbe segnare almeno due reti ma, per sfortuna personale, la sfera non entra mai. I suoi cambi di gioco sono l’ostacolo per gli avversari. Serve perfettamente i suoi compagni e dimostra una grande intesa con i compagni di reparto.

Mora 6: Gioca solo 15 minuti ma in modo perfetto.

Casarini 6: Potrebbe essere più preciso nelle punizioni ma comunque presidia bene la sua zona di campo.

Gazzi 7,5: Immenso e perfetto. Uno tra i migliori tra le due squadre. Non si capisce se sia lui ad essere sempre su ogni pallone o se sia il pallone ad essere sempre sui suoi piedi. È un giocatore che deve sempre essere utilizzato in ogni partita.

Suljic 6: Se giocasse sempre come ieri sera gli avversari avrebbero vita dura.

Castellano 6,5: Avrebbe meritato il goal che coronava una grande prestazione. Gioca 90 minuti di assoluta qualità in cui avrà guadagnato la maglia da titolare anche per la prossima partita.

Celia 6,5: Da un suo cross millimetrico nasce il goal di Corazza. Corre, lotta e serve i suoi compagni. Lascia il campo tra gli applausi al termine di una grandissima prestazione.

Rubin 6,5: Sostituisce Celia ma sulla fascia non cambia nulla. Cross millimetrici e tanto lavoro.

Corazza 7: Segna una rete di pregevole fattura ma meriterebbe altre 2 marcature durante la gara.

Chiarello s.v.: Troppo pochi i minuti giocati.

Arrighini 7: Segna la seconda rete grigia ma di lui bisogna apprezzare il grande lavoro sporco per i suoi compagni.

Eusepi 6,5: Entra e vuole segnare. Ci prova fino alla fine.

Mister Gregucci 6,5: Mette in campo una formazione più solida (e sensata) con la diga Gazzi al centro. L’atteggiamento che ha trasmesso alla squadra si è dimostrato vincente. Ma quando metti tutti al loro posto è normale che i risultati arrivino.

Print Friendly, PDF & Email