Dott. Pier Luigi Garavelli, infettivologo: dove erano, dove saranno?:

Ospitiamo, come ormai piacevole consuetudine, alcune acute e provocatorie considerazioni del Dott. Pietro Luigi Garavelli, alessandrino,  primario di Malattie Infettive all’ospedale universitario “Maggiore della Carità” di Novara.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

DOVE ERANO?

Dove erano gli Italiani, e i Politici loro espressione, direi ancora più modesta del Popolo, che “governano”, e i Giornalisti, non so quanto conniventi, quando … nonostante le evidenze mondiali di persistenza di Covid la “luna di miele” climatica fu interpretata in Italia come “è finita”.
E a sostenere questa “corbelleria” vennero mobilitati fior di Specialisti! E tutti al mare, senza capire che invece su una spiaggia erano al Ballo del Titanic! … Dove erano … quando … la Rete Ospedaliera, che in un modo o nell’ altro aveva tenuto botta in primavera, nei mesi estivi veniva smantellata in termini di risorse umane, tecnologiche, logistiche e terapeutiche …
Dove erano … quando … si diceva del vaccino, che a questo punto doveva già essere disponibile, essendo anche quello per l’ Influenza “introvabile” … Dove saranno … quando … purtroppo altri lutti colpiranno le Famiglie … Dove saranno … quando … i futuri locali o estesi lockdown li blinderanno con la fine sociale, economica e psichica della Nazione …
Dove saranno … quando … , se si eserciterà ancora la democrazia, dovranno votare magari quelli stessi Cavalieri dell’ Apocalisse, certi Politici, che per ignoranza o freddo calcolo, distrussero così tante vite …

L’ INIZIO DELLA FINE …

Con la Pandemia in accelerazione, con il personale sanitario non potenziato, con il Remdesivir bocciato dall’ OMS come la Idrossiclorochina, con una classe politica e tecnica mondiale da “teatrino” , Covid-19 con la sua scia di sofferenze e lutti potrà finalmente correre ora libero per il Mondo. Non credevo che nel 2020 si rivedessero gli orrori del 1340 durante la Peste Nera.

TRAVOLTI DALLA VANITA’

Come sempre ottime considerazioni del Collega Massimo Sartelli su FB ” Troppi si sono lasciati travolgere dalla vanità…dire che il virus era più buono o l’emergenza era finita ha dato consensi e likes perché molte persone che non conoscono l’argomento preferiscono ascoltare le verità più comode. Mi aspetterei da questi una ammissione di errore e anche delle scuse sia verso le persone che hanno preso in giro, sia verso la scienza che hanno, per i loro interessi, svenduto e soprattutto verso tutti perché hanno fatto scendere l’attenzione della gente su delle misure che avrebbero potuto contenere meglio questa pandemia. ” Al limite posso capire la Gente ignorante, che ignora, e che si è fatta passare la narrazione più accettabile anche a salvaguardia della psiche. Anche una certa Classe Politica visti gli attuali livelli di istruzione. Ma non molti Colleghi che conoscono il problema con la complicità di Politici e Giornalisti , pochi ma perfettamente a conoscenza delle cose! Spero che al momento giusto queste cose non si dimentichino!

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App