FIPE-CONFCOMMERCIO: “Il nuovo DPCM è un colpo letale per i locali, il settore rischia di morire

Fipe-Confcommercio Alessandria, confermando quanto sostenuto anche da Fipe nazionale, interviene sul nuovo DPCM approvato dal Consiglio dei Ministri il 13 ottobre.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

“Le misure contenute nel nuovo Dpcm approvato dal Consiglio dei ministri sono un colpo mortale per un settore, che in provincia rappresenta quasi 3.000 imprese, già in gravissima crisi e che vede il rischio chiusura per 50.000 imprese e la perdita del lavoro per 350.000 lavoratori. – affermano Vittorio Ferrari e Alice Pedrazzi, presidente e direttore Confcommercio Alessandria, riprendendo le parole del presidente della Federazione Italiana dei Pubblici EserciziLino Enrico Stoppani – Questo, numeri alla mano, il risultato se si proseguirà sulla strada delle chiusure anticipate, invece di incrementare i controlli per punire chi non rispetta le regole. Bar, ristoranti, imprese di banqueting e catering, imprese dell’intrattenimento sono state le realtà più colpite dalla crisi economica determinata dal Covid. Ma sono state anche quelle meno supportate. Senza aiuti significativi e concreti, sono destinati chiudere per sempre, rinunciando a uno dei fiori all’occhiello dell’offerta turistica nazionale e a un tassello fondamentale della filiera agroalimentare italiana”.

I pubblici esercizi sono tra le attività che hanno subito i danni più duri dal lockdown e che hanno pagato e stanno pagando, continuando ad investire per la sicurezza collettiva per mettere i propri locali nelle condizioni di poter accogliere le persone garantendo ai propri dipendenti e ai propri clienti tutte le misure necessarie e previste dai protocolli. – precisano Vittorio Ferrari ed Alice PedrazziÈ impensabile che possano affrontare una nuova riduzione dell’attività, senza ridurre le spese cui i gestori dei pubblici esercizi sono tutt’ora costretti, dagli affitti, al fisco. Se prima non si interviene in maniera decisa su queste due voci, non è possibile accettare nuove limitazioni al lavoro”.

Fipe – Confcommercio Alessandria continua ad assistere i pubblici esercizi nell’attività di aggiornamento normativo e nell’assistenza all’approfondimento dei provvedimenti e mette a disposizione gratuitamente, alle aziende che ne faranno richiesta (tramite e-mail: ascom@ascom.al.it oppure WhatsApp 351 777 7268) la “Check list sulle di misure di prevenzione per i servizi di ristorazione” per poter verificare che siano rispettati tutti i parametri attualmente richiesti per bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie, pasticcerie, catering, etc.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App