Scatola Sonora, oggi il via con “L’immaginifica storia di Espérer”

ALESSANDRIA – Prende oggi il via la XXIII Edizione del Festival Scatola Sonora, organizzato dal Conservatorio Antonio Vivaldi di Alessandria con la direzione artistica di Luca Valentino.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Il primo appuntamento è “L’immaginifica storia di Espérer” ed andrà in scena oggi alle 18. Lo spettacolo si svolgerà nel cortile del Conservatorio e l’entrata sarà da piazza Giovanni XXIII.

Per questo e per tutti gli spettacoli del Festival, chi non riuscirà a essere presente fisicamente, potrà comunque assistere, collegandosi al canale YouTube ‘Conservatorio Vivaldi Alessandria’. Tutti gli spettacoli, infatti, saranno trasmessi in diretta streaming.

“Nonostante le drammatiche circostanze che caratterizzano l’anno in corso – spiega Luca Valentino – e nonostante tutte le necessarie limitazioni che costringono lo spettacolo dal vivo, anche quest’anno riusciamo a presentare il festival Scatola Sonora, giunto alla sua XXIII edizione. Abbiamo rimandato gli appuntamenti fra settembre e dicembre, dividendoli in due sezioni distinte. La prima, a settembre, in spazi all’aperto, è dedicata al tema dei viaggiatori e dei migranti. La seconda invece esplorerà il territorio onirico, surreale e metaforico di Don Chisciotte. La prima parla dei nomadismi della vita, la seconda dei viaggi interiori. Ad approfondire il primo tema ci aiutano due spettacoli di compagnie ospiti: il 12 settembre il Teatro delle Forme attraverso L’IMMAGINIFICA STORIA DI ESPERER racconta, con la leggerezza di una favola, le vicende dei migranti bloccati nel 2015 sugli scogli fra Italia e Francia. Invisibili, apolidi, negati. Il 15 settembre Opera Off rilegge LA VOIX HUMAINE con la visione insolita della regista Lucia Falco, che ambienta il celebre monologo/opera nei gates di un moderno aeroporto, in cui la protagonista pare bloccata fra la vita e la morte insieme ad altri passeggeri. Infine, il 19 settembre presentiamo la nostra “Opera da cortile” – HOUDINI THE GREAT – di Andy Pape, compositore che ha già partecipato a Scatola Sonora con diversi spettacoli di teatro musicale. Nella sua prima opera Andy reinventa la storia del mago Houdini, attribuendogli la nazionalità italiana e raccontando il suo sbarco negli Stati Uniti con un gruppo di emigranti. Ed è proprio la ricerca della libertà che caratterizza questi viaggiatori a portare il mago a specializzarsi nell’“escapismo” – la capacità di liberarsi da ogni circostanza negativa alla ricerca di un futuro migliore. La seconda parte del festival è dedicata alla figura di Don Chisciotte, che ha ispirato più di una volta librettisti e compositori dal XVII secolo fino ad oggi. Ne presentiamo quindi due letture: quella di Georg Philipp Telemann che mostra un interesse costante del compositore verso questa figura, con due brani scritti a quarant’anni di distanza: ‘Ouverture burlesque de Quixotte’ (1720) e ‘Don Quichotte auf der Hochzeit des Comacho’ (1761). ‘Una storia per un sogno’ è invece una rilettura del mito in chiave novecentesca: testo e musiche sono state scritte dal compositore e psicoanalista Sandro Gindro, regalandoci una interpretazione inedita di questo mito, in cui il sogno può diventare strumento di insidiosa manipolazione della realtà”.

Il Festival Scatola Sonora si svolge in collaborazione con la Città di Alessandria e con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ed è inserito nel progetto “Le Stagioni del Vivaldi” con il contributo della Regione Piemonte e della Fondazione CRT.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App