Il Comune di Alessandria acquisisce il parcheggio in C.so Tiziano

ALESSANDRIA – La Giunta comunale di Alessandria, nella scorsa seduta di giovedì 3 settembre, ha approvato una delibera per l’acquisizione dell’area di parcheggio di c.so Tiziano. L’area di complessivi 19.820 mq è inserita in un contesto più ampio di proprietà di FS Sistemi Urbani da circa un ventennio: dal gennaio 2020 sono state avviate trattative per l’acquisizione dello spazio, nell’ambito di un più generale progetto di riqualificazione dell’intera area che gravita attorno alla Stazione Ferroviaria e ai prospicienti Giardini Pubblici.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

L’atto di acquisto sarà stipulato entro il 31.12 2020 per un importo complessivo pari a € 1.525.000 – più gli oneri fiscali di Legge – che sarà finanziato risorse proprie dell’Ente, senza indebitamento presso Istituti di Credito e/o Cassa Depositi e Prestiti, derivanti dal decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 (cd. “Decreto crescita”), convertito in legge n. 58 del 28 giugno 2019.
La delibera seguirà ora il suo iter amministrativo che si concluderà con il passaggio in Consiglio Comunale.

Dopo il blocco delle attività legate all’emergenza sanitaria abbiamo ragionato su quali potessero essere le priorità da attuare per far ripartire la Città di Alessandria – ha commentato il sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco -. Ne è scaturito un ampio intervento che ha trasversalmente toccato tutti i settori di competenza della Amministrazione Comunale e che abbiamo denominato manovra AL VIA. Tra le diverse priorità che ci siamo dati, come il nuovo ponte sul Bormida per esempio, abbiamo inserito anche la conclusione dell’iter di acquisizione di questa area, già avviato nei primi mesi dell’anno 2020, ritenendola una azione strategica e qualificante per la riorganizzazione di un’area più vasta. Avere nelle nostre disponibilità questo spazio, unico e favorevole per la sua dislocazione fisica, è fondamentale per avviare un processo di razionalizzazione e normalizzazione della vita della Città, laddove il servizio pullman, correlato ai servizi ferroviari, finalmente avrà una sua reale comodità per gli utenti, evitando, tra le altre cose, il congestionamento dell’area prospiciente alla stazione. Si tratta di un intervento che si unisce ad una serie di altre importanti misure che verranno attuate nell’area per creare un ambiente sempre più controllato, sicuro, agevole e fruibile per gli utenti”.

“Ho avviato personalmente le trattative con FS Sistemi Urbani per l’acquisizione di questo spazio che il Comune da tempo cercava di acquisire e che, tuttora e da anni, è uno spazio chiuso e ricoperto di erbacce. Ringrazio quindi FS Sistemi Urbani per aver preso la decisione di cedere al Comune l’area in questione– ha commentato il vicesindaco e assessore all’Urbanistica, Davide Buzzi Langhi –. L’area sarà utilizzata per un terzo come terminal bus dove si attesteranno gli autobus cittadini, provinciali e turistici e per due terzi a parcheggio di uso pubblico. Avremo la possibilità di realizzare postazioni coperte per le biciclette, il che contribuirà a migliorare anche la zona di piazzale Curiel. Inoltre saranno realizzati stalli per auto elettriche con colonnine per la ricarica. La creazione di un Terminal Bus, limitrofo alla stazione ferroviaria, oltre a regolamentare l’attuale distribuzione frastagliata, in più zone della città, delle partenze e degli arrivi degli autobus, consentirà una migliore razionalizzazione dei servizi con una più immediata e facilitata azione di trasbordo treno-autobus e, di conseguenza, una sinergica riduzione dei costi ambientali. I nuovi posti auto saranno circa 400, anche’essi funzionali alla stazione ferroviaria e, di fatto, favoriranno l’utenza che avrà a disposizione uno spazio di sosta certo, sia per brevi periodi sia per periodi più lunghi, liberando molti spazi occupati nelle vie limitrofe”.

“Come assessore al Patrimonio ho presentato in Giunta questo atto che si inserisce in un contesto più ampio di riqualificazione di un’area centrale e strategica della nostra Città a cui stiamo da tempo lavorando – ha concluso l’assessore al Patrimonio, Giovanni Barosini-.  Si sta perfezionando, infatti, l’iter amministrativo per la concessione trentennale dell’immobile “ex-Cangiassi”, collocato all’interno dei giardini pubblici: l’immobile non sarà più una struttura degradata, ma verrà restituito alla comunità come un pezzo della sua storia e per questo non possiamo che ringraziare il giovane imprenditore che sta manifestando coraggio e intraprendenza. Nell’area sono state già implementate le telecamere per la videosorveglianza sia nel lato del laghetto, sia nella zona di corso Crimea. La palazzina dell’ex acquedotto, rientrata nella nostra disponibilità, è stata assegnata al Comando di Polizia Municipale che attiverà un presidio di controllo del territorio, una volta implementato l’organico. Tutto questo, insieme alla acquisizione dell’area del parcheggio limitrofo alla stazione ferroviaria, con una razionalizzazione della fruizione del trasporto pubblico, consentirà di riorganizzare e far rivivere uno spazio centrale di cui la nostra comunità deve riappropriarsi. La creazione di un ufficio di informazione turistica, all’interno dell’area acquisita, sarà il punto di arrivo di questo primo percorso che da tempo la nostra Amministrazione ha avviato”.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App