I Democratici per Novi attaccano la Giunta Cabella dopo il rinvio del consiglio comunale

NOVI LIGURE – Continua lo scontro tra maggioranza e minoranza in consiglio comunale a Novi Ligure in seguito al rinvio del consiglio comunale avvenuto giovedì sera. Dopo il comunicato della Lega, è arrivato quello del gruppo consigliare dei Democratici per Novi che attaccano duramente la Giunta Cabella.

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Quanto accaduto nel Consiglio Comunale di giovedì sera – scrivono i consiglieri della lista Democratici per Novi – dimostra ancora una volta la profonda inadeguatezza della Giunta Cabella, incapace di amministrare una città già fortemente provata dalla crisi innescata dalla pandemia. Il gruppo consigliare Dem esprime solidarietà al Presidente del Consiglio Comunale Oscar Poletto, responsabile agli occhi della maggioranza di aver fatto rispettare i regolamenti che sono alla base del funzionamento della macchina comunale. Giovedì sera, in una calda serata di agosto, è stato chiesto al Consiglio Comunale di approvare un aumento delle aliquote IMU che riteniamo non necessario rispetto alle risorse dell’amministrazione comunale e profondamente scorretto nei confronti di una città che sta faticosamente cercando di affrontare una gravissima crisi economica. Al di là delle norme e dei regolamenti, il problema è profondamente politico: mentre sceglie, ad esempio, di rifinanziare il festival Marenco dopo aver sbandierato la decisione di non farlo più, la giunta Cabella decide di mettere le mani nelle tasche dei novesi. Colpisce ancor più il silenzio della giunta comunale e del Sindaco, che nemmeno di fronte ad un evento mai accaduto nella storia della nostra città come quello di ieri sera, ritiene di prendere la parola di fronte alla massima assise cittadina. Un silenzio che diventa assordante. Il rinvio del consiglio, voluto dal presidente Poletto, dà alla amministrazione leghista l’occasione di provare a stendere un bilancio di previsione che sia più rispondente ai bisogni di Novi. Ci auguriamo che questa occasione possa essere colta, a partire dalla cancellazione dell’aumento delle aliquote Imu proposte ieri sera. È incomprensibile la decisione di aumentare le tariffe e tagliare i servizi ai cittadini, anche a fronte della disponibilità di oltre 1 milione e mezzo di euro tra avanzo disponibile e i 900 mila euro stanziati per emergenza Covid dal governo per Novi il 26 luglio e nemmeno imputati nel bilancio”.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App