DL Rilancio, Matrisciano (M5S): “A giugno 2 mld ore CIG, ripartenza necessaria”

ROMA – “Grazie all’impegno del Movimento 5 Stelle, col decreto rilancio approvato oggi in via definitiva al Senato accompagniamo il Paese nella ripartenza. Il provvedimento, che vale 55 mln di euro, rifinanzia e potenzia con 25 miliardi di euro la rete di protezione introdotta dal dl Cura Italia a tutela dei lavoratori e delle famiglie: dallo stop ai licenziamenti per 3 mesi, ai bonus per la baby sitter, dagli ammortizzatori sociali estesi anche alle aziende con un solo dipendente, bonus gli autonomi, fino al Reddito di emergenza, una misura voluta dal MoVimento 5 Stelle che offre un sostegno economico reale ai cittadini piegati dalla crisi economica, indotta dalla pandemia”. Lo afferma in una nota la presidente della commissione Lavoro di palazzo Madama Susy Matrisciano (M5S).

Continua a leggere l'articolo dopo il banner

Abbiamo attraversato – osserva – mesi duri, nel corso dei quali si è registrata un’impennata inedita delle ore di cassa integrazione richieste dalle aziende: al 30 giugno 2020, infatti, le ore di cassa integrazione autorizzate dall’Inps sono state 2 miliardi, una cifra monstre pari a più del doppio di quelle concesse nell’intero 2009, quando in altro annus horribilis per l’economia italiana sono state autorizzate ‘appena’ 916 milioni di ore di cassa”.

Questi dati, che hanno i volti di milioni di persone oggi di fatto impoverite dalla pandemia – aggiunge la senatrice del M5S –, rivelano la portata di un’emergenza senza precedenti, l’eccezionalità e la straordinarietà del momento, che stiamo attraversando”.

Al governo e al ministero del Lavoro va riconosciuto uno sforzo importante per essere riuscito a costruire, in piena pandemia, una rete di protezione capace di tutelare tutti cittadini senza trascurare le imprese nella ripartenza”, conclude la presidente della commissione Lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Powered by Live Score & Live Score App